Ancora news da Meraki: vi presentiamo MV22, MV72, e MV SENSE

Grandi novità: smart camera di Meraki ancora più smart e nuove opzioni di archiviazione sul cloud.

Quando Cisco Meraki aveva introdotto le MV Security Cameras due anni fa, l’obiettivo era quello di creare un prodotto per un mercato che, da parecchi anni, non vedeva alcuna novità nè approccio innovativo nella risoluzione di problemi comuni. Le camere MV presentavano una nuova architettura che, sostanzialmente, rendeva le attività di installazione, gestione ed interazione con le telecamere di sicurezza molto più semplice, divertente e meno impegnativo in termini di risorse.

Un anno e mezzo dopo, entrano in gioco le MV12 che portano funzionalità di analisi avanzata a tutta la famiglia MV, inclusi computer vision potenziati dal machine learning – tutto senza che sia necessario alcun server o software aggiuntivo. Ma con l’arrivo delle capacità di analytics all’interno della dashboard emergono anche tutta una serie di richieste relative a funzionalità di analisi aggiuntiva.

La scorsa settimana, MV Sense entra a far parte della famiglia MV, quale strumento che aiuta gli utenti a creare soluzioni di business migliori e più intelligenti.
MV Sense è soltanto il primo componente di una vasta categoria di analytics chiamata
Meraki IQ, una potente classe di data processati in maniera intelligente e forniti semplicemente tramite API.

A dare manforte all’impegno di Meraki di abilitare i clienti ad utilizzare le telecamere come sensori, la lineup MV cresce ed include MV22 e MV72, telecamere varifocali da interno ed eterno che sfruttano lo stesso potente processore delle MV12.

Vediamo qualche dettaglio in più:

MV Sense
Gli strumenti di analytics integrati nella dashboard che trovate sulle smart camera MV – quali le mappe per il movimento del calore e il rilevamento di persone – possono fornire agli utenti un gran numero di informazioni di alto livello circa il traffico pedonale e gli schemi di comportamento. Ma i casi di utilizzo degli algoritmi di machine learning delle MV sono molto vasti e variegati e Meraki vuole che i suoi clienti siano in grado di sfruttarle al massimo a seconda di ciò che hanno bisogno di fare. Con MV Sense, si aprono per gli utenti, nuovi modi di interagire con i risultati e sfruttare i dati che provengono dal rilevamento delle persone emersi dalle camere MV12, MV22, e MV72.
Ogni licenza MV Sense permette agli utenti di accedere ai dati di rilevamento delle persone prodotti dalle telecamere (inclusi dati quali ubicazione, ora e conteggi) attraverso un set di API basate su RESTful e MQTT.

Ancora news da Meraki: vi presentiamo MV22, MV72, e MV SENSE

Questo significa che quelle che una volta erano considerate idee altamente improbabili o proibitive per via dei corsi, possono diventare realtà.

MV Sense crea, ad esempio, soluzioni in grado di:

  • Innescare la riproduzione di un media su un display all’interno di un negozio, se vi sono almeno 10 persone in un raggio limitato vicino allo schermo;
  • Comprendere i tempi di attesa all’interno dei negozi di alimentari di tutto il mondo;
  • Capire velocemente ed avvisare il personale d’emergenza se vi sono persone rimaste in un edificio durante un’evacuazione o durante una prova di antincendio;
  • Far scattare un allarme se il numero di persone vicine ad un macchinario pericoloso all’interno di una struttura produttiva scende al di sotto del minimo di sicurezza;
  • E molto molto di più.

E sapete qual è la cosa più emozionante? Che 10 licenze di MV Sense saranno incluse all’interno di ogni MV aziendale.

Maggiori dettagli a questo link: MV SENSE.

Nuovo hardware
Le capacità di advanced analytics sono ora disponibili per due modelli hardware – una coppia di camere varifocali per interni ed esterni – MV22 e MV72.
Le due camere sopracitate, non solo presentano lo stesso processore del MV12, ma anche molti benefits derivanti dall’hardware: registrazione audio, funzionalità wireless ed uno storage interno di 256 GB. A tutto questo, poi, si aggiunge un bonus di zoom ottico, che può essere configurato ed aggiustato semplicemente dalla dashboard Meraki.

Ancora news da Meraki: vi presentiamo MV22, MV72, e MV SENSE

La MV72 presenta poi una maggiore resistenza al tempo e agli impatti rispetto ai suoi antenati, IP67 e IK10+.
IK10+ aveva la più alta resistenza agli impatti: questo significa che, ora, queste nuove funzionalità di advanced analytics, possono essere implementate dovunque e in qualsiasi momento.

Per saperne di più: MV Cloud Managed Smart Cameras.

Bonus: archiviazione sul cloud per le MV
L’architettura di tipo edge-storage delle MV smart cameras è stato creato appositamente e volutamente per rispondere alle esigenze dei clienti Meraki.
Questo significa costruire un prodotto che possa soddisfare tutti quei clienti che hanno vere e proprie limitazioni e restrizioni di larghezza di banda.
A volte, comunque, capita che, per determinate telecamere, sia necessario scaricare il loro storage o fare un backup dei dati. Ed è qui che lo strumento di archiviazione cloud per MV entra in gioco.

Cloud archive presenta opzioni di storage di 90 e 180 giorni e può essere abilitato diversamente a seconda della telecamera, permettendo la creazione di soluzioni di storage personalizzate per qualsiasi azienda. Questo significa che solo le telecamere con contenuto ritenuto importante faranno il back up dei loro video sul cloud e le problematiche legate alla larghezza di banda non verranno aggravate. Oltre alla copia sul cloud, le telecamere continueranno a mantenere i filmati localmente, creando ridondanza e qualche preoccupazione in meno alle aziende.

Per saperne di più, leggete la documentazione ufficiale: Cloud Archive.

Rilasciate i vostri feedback!
Meraki continua a rilasciare una serie di nuovi prodotti e non vede l’ora di sapere come verranno usati.
Potete raccontare i vostri use case e come pensate di utilizzare MV Sense, MV22, MV72, e lo strumento di archiviazione sul cloud, all’interno della Meraki Community.