Come gestire facilmente le tue finanze in Excel grazie a Money

La gestione delle finanze personali può essere un’attività scoraggiante per la maggior parte delle persone, ma avere gli strumenti giusti può contribuire a renderla meno impegnativa. Con il lancio di Money, in Excel, l’obiettivo di Microsoft è quello di contribuire a rendere l’amministrazione del budget personale un’esperienza semplice. Come? Aiutandoti a tenere traccia dei tuoi obiettivi finanziari a lungo termine.

Gestisci i tuoi soldi senza uscire da Excel
Money è un componente aggiuntivo di Excel, dinamico e intelligente, che ti consente di connettere in modo sicuro i tuoi conti bancari, le carte di credito, gli investimenti e i prestiti, ed importare automaticamente le informazioni relative alle transazioni e ai conti in un foglio di calcolo.

Se possiedi una licenza Microsoft 365 Personal o Family, ti basterà recarti a questo link per scaricare il modello. Una volta scaricato, aprilo1 e segui le istruzioni per connettere i tuoi conti finanziari utilizzando Plaid2,: un plug-in di terze parti (attualmente supporta le principali istituzioni finanziarie statunitensi). Una volta verificate le informazioni del tuo account, la cartella di lavoro verrà aggiornata con la cronologia più recente delle transazioni3.

Tieni traccia dei tuoi soldi
Una volta collegati i conti finanziari3, Money importerà automaticamente le informazioni sulle transazioni effettuate in una cartella di lavoro. Non dovrai più passare le ore ad impostare manualmente un foglio di calcolo da zero: il componente lo farà per te in pochi secondi. E ogni volta che vorrai aggiornare la cartella di lavoro con le transazioni più recenti, basterà fare click sul pulsante Aggiorna, così da ottenere l’ultima istantanea dei tuoi account, senza mai uscire da Excel.

Raggiungi i tuoi obiettivi
Una volta importate le informazioni sulle transazioni, sarà facile tenere traccia delle tue abitudini di spesa, per rimanere in carreggiata e avvicinarti ai tuoi obiettivi finanziari. Con il foglio “Snapshot” avrai una panoramica immediata su quanto spendi nelle varie categorie: generi alimentari, articoli per la casa, affitto e altro. Con l’aiuto di grafici di facile lettura, potrai anche confrontare le tue spese mese per mese. Inoltre, per aiutarti a tenere traccia di eventuali transazioni indesiderate, Money ti avviserà sugli aumenti delle commissioni di abbonamento, sulle modifiche delle commissioni bancarie e su qualsiasi grande spesa registrata nel corso del mese.

Personalizzalo per soddisfare le tue esigenze
Sappiamo che, spesso, le persone utilizzano Excel per gestire le loro finanze: questo perché consente loro di adottare un approccio più personalizzato. Microsoft ha progettato Money per essere facilmente personalizzabile e soddisfare le esigenze e gli obiettivi di tutti. Ad esempio, se una determinata transazione non rientra in una categoria di spesa esistente, potrai crearne di nuove. Se desideri eseguire una rapida analisi personalizzata, ti basterà copiare le transazioni pertinenti in un nuovo foglio Excel e utilizzare una delle funzionalità per eseguire calcoli rapidi.

Money è già dotato di grafici creati in base alle informazioni sulle transazioni, ma se desideri crearne di personalizzati, potrai farlo e in seguito aggiungerli alla cartella di lavoro.

Insomma, grazie alla variabilità delle features disponibili, Money semplificherà la gestione dei tuoi soldi. Speriamo che, grazie allo strumento, l’amministrazione delle tue finanze diventi un’esperienza facile e piacevole.

Per ulteriori informazioni su Money ti rimandiamo all’articolo: https://support.microsoft.com/en-us/office/money-in-excel-faq-1cf6f49a-cb01-48c2-ac39-cda12a585c4a?ui=en-us&rs=en-us&ad=us.


1Per una migliore esperienza, ti consigliamo di utilizzare Money su PC o Mac. Prestazioni ottimali su Windows 10 e sui browser Edge/Chrome.
2Plaid è una società che fornisce connessioni autorizzate a conti finanziari, su indicazione dell’utente, per poter utilizzare Money.
3Dopo aver concesso a Plaid l’autorizzazione a collegarsi ad un conto finanziario con Money, esso accederà ai saldi del conto, alla cronologia delle transazioni e alle informazioni associate al conto, come il nome e l’indirizzo del proprietario. Plaid non avrà accesso alle informazioni sull’abbonamento a Microsoft 365 e non condividerà le credenziali di accesso dell’istituto finanziario con Microsoft.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://www.microsoft.com/en-us/microsoft-365/blog/2020/06/15/introducing-money-excel-easier-manage-finances/?ocid=usoc_LINKEDIN_M365_spl100001355768842

PowerPoint Live raggiunge la general availability!

Ad aprile 2020 (https://www.walk2talk-blog.it/category/powerpoint/), vi abbiamo annunciato che le Live Presentations di PowerPoint erano in arrivo: siamo felici di farvi sapere che sono finalmente disponibili nella versione web.

Quando la feature è stata presentata, l’entusiasmo era alto perchè poteva essere utilizzata durante eventi, conferenze e altro ancora. Come tutti sappiamo, il mondo del lavoro si è ulteriormente evoluto da allora.

Siamo certi che, non appena riprenderanno incontri ed eventi on-site, PowerPoint Live si rivelerà uno strumento utilissimo per connettersi con il pubblico e comunicare in modo più efficace.
Per il momento, qui di seguito, ti riportiamo dei suggerimenti su come utilizzare la funzionalità in scenari di lavoro ed apprendimento a distanza.

Fornire un’esperienza di presentazione personalizzata ad ogni membro del pubblico
Sappiamo quanto sia difficile mantenere alta l’attenzione della platea: l’esperienza PowerPoint Live può aiutarti a rendere le tue presentazioni coinvolgenti e inclusive.

Le persone, potranno connettersi dal proprio dispositivo (laptop, tablet o telefono) e seguire la presentazione, spostandosi avanti e indietro tra le diapositive al proprio ritmo, senza influenzare i tempi di chi presenta. Inoltre, potranno fornire feedback immediati al relatore sotto forma di reazioni, commentare e valutare la presentazione.

Altra feature, che utilizza il potere dell’intelligenza artificiale (AI), è la possibilità per gli spettatori di abilitare i sottotitoli dal vivo nella loro lingua preferita sul proprio dispositivo. L’obiettivo? Supportare i partecipanti con disabilità uditive ed abbattere le barriere linguistiche assicurandosi che tutti i membri del pubblico siano coinvolti.

Dopo la live session, il pubblico può fornire un feedback al relatore, tramite sondaggi creati con Microsoft Forms: in questo modo, potrai raccogliere risposte e raccomandazioni su come migliorare le tue capacità di presentazione.

Ti starai probabilmente chiedendo come poter utilizzare queste funzioni adesso, mentre lavori da remoto: eccoti alcuni consigli.

Come utilizzare le Live Presentations da remoto
Se stai utilizzando uno strumento di videoconferenza, ad esempio Microsoft Teams, condividi la schermata in cui stai aprendo la presentazione in PowerPoint per il Web e clicca su “Present Live“. A questo punto, tutti gli utenti della chiamata vedranno il QR code e l’URL da utilizzare per connettersi alla presentazione.

Se qualcuno si unisce alla presentazione in ritardo, vedrà i sottotitoli e la trascrizione già acquisiti dalle diapositive precedenti.
Inoltre, se utilizza le Live Presentations potrà anche navigare tra le diapositive e potersi soffermare sugli argomenti persi.
Ha anche la possibilità di commentare in tempo reale utilizzando le Live Reactions.
Alla fine della presentazione, verrà richiesto a tutti di valutare la performance e fornire il proprio feedback anonimo. Successivamente, il relatore riceverà un’e-mail completa di tutti i commenti.
Per ulterior informazioni, visita pagina dedicata.

Altre news su PowerPoint
Lo scorso autunno, Microsoft ha portato il suo Presenter Coach virtuale su PowerPoint per il web.
Ora, è disponibile anche sui dispositivi Android sia nell’app PowerPoint che nella nuova app mobile di Office. Questa funzione utilizza l’intelligenza artificiale e può aiutarti ad affinare le tue capacità di public speaking fornendoti indicazioni sul tuo ritmo, sull’uso di un linguaggio inclusivo o volgare e sottolineando l’eventuale utilizzo di frasi culturalmente insensibili. Alla fine di ogni sessione, ti fornisce anche un report dettagliato con metriche per ulteriori pratiche e riflessioni.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://www.microsoft.com/en-us/microsoft-365/blog/2020/06/17/powerpoint-live-generally-available/?ocid=usoc_LINKEDIN_M365_spl100001358968337

Finalmente disponibile la nuova tab Visio su Teams!

Ad inizio 2020, Microsoft aveva introdotto la possibilità di creare nuovi diagrammi di Visio dall’app Teams. Per rendere l’esperienza ulteriormente performante, è stata inserita una tab apposita che ti permette di accedere e gestire facilmente i file Visio di cui hai bisogno o con cui interagisci di più.

La tab consente ai membri del team di avere a portata di mano servizi e contenuti in uno spazio dedicato all’interno di un canale o in una chat, e di lavorare direttamente con strumenti e dati.

Potrai aggiungere più tab facendo clic su Aggiungi una scheda nella parte superiore del canale o della chat.

Puoi creare una scheda da qualsiasi file Visio presente in Teams con un solo click. Inoltre, puoi caricare un file esistente su un canale o crearne uno nuovo dall’interno di Teams.

Visio può aiutarti in diversi modi ed è adatto a tutti i settori industriali. Ecco alcuni esempi:

  • Aumenta la produttività durante la co- creazione di un diagramma in tempo reale: i diagrammi di Visio, generalmente, sono il frutto di lavori a più mani. Inserendo il diagramma come tab, sei sicuro che i coautori siano in grado di accedere e modificare rapidamente il grafico quando e dove necessario, senza perdere tempo a cercare il file.
  • Tieni a portata di mano i processi importanti: le organizzazioni, spesso, dispongono di processi interni che devono essere seguiti alla perfezione. Ora, potrai aggiungerli come schede in un canale Teams per consentire ai dipendenti di consultarli facilmente in qualsiasi momento, da tutti i dispositivi. I diagrammi possono anche essere modificati in tempo reale con una licenza Visio Plan 1 o Plan 2, con modifiche immediatamente disponibili per gli altri.
  • Muoviti rapidamente: convertendo il diagramma in una tab di Teams, consenti ai membri di accedere rapidamente, rivedere, aggiungere commenti e conversare.
  • Semplifica il processo di brainstorming e iterazione: i diagrammi richiedono, tipicamente, diverse iterazioni. Infatti, gli input, arrivano da diverse fonti e parti interessate. Ora puoi semplificare il processo di revisione offrendo a tutti gli stakeholder un accesso ai grafici semplice e veloce.

L’aggiunta della tab può essere fatta da tutti gli utenti di Teams, ma la modifica è disponibile solo per coloro che hanno un abbonamento a Visio Plan 1 o Plan 2.
Contattaci subito per acquistare la licenza o sottoscrivere una trial gratuita di 30 giorni!!

e informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: Visio as a tab in Microsoft Teams is generally available.

Creare una lista SharePoint da Excel

Ogni mese, decine di milioni di persone iniziano ad utilizzare gli elenchi SharePoint per tenere traccia e gestire le informazioni aziendali e dei team.
Le liste, permettono alle aziende e ai gruppi di lavoro di archiviare e visualizzare dati con l’obiettivo di condividere e collaborare.
Sono sicuri e facili da utilizzare e possono gestire fino a 30 milioni di articoli in un unico elenco.

Siamo felici di annunciarvi che, dal mese scorso, la funzionalità lists from Excel è stata distribuita a livello globale a tutti i clienti Microsoft 365. Si tratta di un nuovo modo di creare liste che ti fa risparmiare tempo ed apre nuovi scenari.

Lists from Excel
Per creare una lista, seleziona una tabella Excel su SharePoint o dal tuo dispositivo. Potrai modificare il tipo di campo della colonna e tutti i dati verranno copiati nel nuovo elenco.

Procedura

  1. Da SharePoint, clicca sull’icona a forma di ingranaggio in alto a destra e seleziona Site contents;
  2. Nella parte superiore della pagina dei contenuti del sito, clicca su New>List;
  3. Fai clic sulla scheda From Excel;
  4. Inserisci un nome per il tuo nuovo elenco;
  5. Clicca su Upload File per selezionarlo dal tuo dispositivo o scegli tra i file già presenti in Microsoft 365;
  6. Aggiorna l’header della colonna. Ad esempio, cambia “Number” in Date and Time; (anche i campi di scelta funzionano: aggregano automaticamente valori univoci)
  7. Clicca su Create per importare i dati della tabella Excel e creare un nuovo elenco SharePoint.

I tuoi dati Excel rimangono intatti e le liste SharePoint sono pronte per essere estese in diversi modi:

  1. Assegna e regola ulteriormente i tipi di dati nelle colonne della tua lista;
  2. Migliora la grafica progettando la formattazione di righe e colonne;
  3. Utilizza le regole di formattazione condizionale per rendere i dati intuitivi e utili;
  4. Imposta promemoria sulle voci dell’elenco;
  5. Crea app per la produttività con Power Automate (flussi personalizzati) e Power Apps (moduli personalizzati); la tua lista diventa la principale sorgente di dati.

Nota: è possibile analizzare gli elementi della lista di SharePoint da una vista in Excel, in modo da poter lavorare su un foglio di calcolo. Ti basta cliccare su Export in Excel.
Excel creerà una tabella con una connessione dati unidirezionale basata su un file web di query. Per visualizzare una copia aggiornata della lista di SharePoint in Excel, clicca Refresh All nella scheda Data di Excel.
Le modifiche apportate alla tabella non verranno inviate all’elenco SharePoint.
Ulteriori informazioni sull’export a questo link: https://support.microsoft.com/en-us/office/export-to-excel-from-sharepoint-bfb2ea48-6118-4fa9-abb6-cced9424e5d9?ui=en-us&rs=en-us&ad=us.

In sintesi
È più facile che mai lavorare con le liste di SharePoint, utilizzando Excel.
Indipendentemente da come decidi di iniziare, sarà semplice configurarle utilizzando visualizzazioni, filtri, regole e promemoria per aumentare l’utilità dei tuoi dati.
Le liste, possono anche essere personalizzate: ad esempio, integrandole con Power Apps e Power Automate. E quando i forms ed i flow diventano più complessi o attingono da più fonti, puoi affidarti agli strumenti disponibili all’interno della Power Platform.

Di seguito, un video dimostrativo:

Approfondimenti

Le informazioni presenti in questo blog, sono prese dall’articolo: Create a list from Microsoft Excel

Perchè il back up di Teams è così difficile?

Vista la recente crescita dell’utilizzo di Teams, sono arrivate, da parte degli utenti, diverse richieste relative alla protezione dei dati.
I motivi per cui potresti voler eseguire il backup di un servizio cloud includono:

  • Protezione di dati critici dalla perdita causata da un attacco esterno (inclusi ransomware e altri malware).
  • Amministratori non autorizzati che rimuovono o alterano le informazioni.
  • Spostamento di copie dei dati in repository esterne per garantire che le persone possano lavorare se il servizio cloud non è disponibile per un lungo periodo.

Questi sono i motivi che più tipicamente vengono citati per gli ambienti on-premise. Nel cloud, le cose sono diverse perché generalmente non si ha lo stesso livello di accesso ai dati delle infrastrutture locali.

Nessun backup in Office 365
A parte SharePoint Online, Microsoft non esegue il backup dei servizi di Office 365 ma si affida alla sua tecnologia per proteggere i dati.
Quindi, se vuoi configurare un backup, devi utilizzare un servizio di terze parti. Ve ne sono diversi disponibili: i backup per Exchange Online e SharePoint Online hanno radici nella tecnologia on-premise e i metodi per spostare i dati all’interno e all’esterno delle cassette postali e dei siti sono ben noti ed acquisiti. Le API, sebbene mai progettate per i backup su cloud, sono disponibili e funzionanti, almeno fin quando non tiriamo in ballo le etichette di sensibilità e il contenuto crittografato (questa è un’altra storia).

Teams è un’app cloud
A differenza di Exchange e SharePoint, Teams è un prodotto esclusivamente cloud. Non esiste una versione locale e nessuno ha mai sviluppato interfacce di backup per lo strumento. E, soprattutto, è basato su servizi di Office 365 e Azure. Il ripristino di una casella postale è semplice rispetto alla ricostruzione di un team completa di tutti i suoi canali, schede, conversazioni, riunioni ecc.

Reclami dai backup vendors
Alcuni vendor sostengono che i loro prodotti supportino anche Microsoft Teams, affermando che basti copiare i record di conformità di quest’ultimo, archiviati nelle caselle postali di gruppo e personali di Exchange Online. Sebbene sia possibile, questo non è un backup.
Scopriamo i due motivi principali:

  1. I record di conformità sono progettati per acquisire comunicazioni per l’eDiscovery e l’uso della conformità: non sono copie vere dell’originale perché mancano alcuni elementi dei messaggi di Teams, come le reazioni.
  2. Non esiste alcuna API che ripristini i messaggi di conformità in una conversazione su un canale Teams o in una chat personale. È possibile leggere i record e utilizzare le chiamate dell’API Graph per scrivere nuovi messaggi nelle conversazioni e nelle chat, ma questo non è un vero ripristino perché questi elementi sarebbero datati in modo diverso rispetto all’originale e non avrebbero tutti i dati non copiati nei record.

Il secondo approccio (meno comune) è utilizzare l’API di migrazione beta di Teams per eseguire il backup. L’API non è stato sviluppato ed esistono molti problemi: il più evidente è l’incapacità di gestire le chat personali.

Mancata gestione di tutti i dati di Teams
Sia l’API di migrazione che i backup basati su Exchange, non tengono conto dell’ampio spettro di dati interconnessi di Teams. La copia di una parte di informazione protegge tali dati, ma questi potrebbero essere inutili se altri dati connessi non vengono copiati e resi disponibili.

La Tabella seguente elenca alcune delle risorse connesse utilizzate da Teams. Non è un elenco definitivo e potrebbero essere necessarie altre informazioni (come quelle di OneNote) per creare una copia completa. Lo scopo dell’elenco è di illustrare l’ampia gamma di dati utente e di sistema in utilizzo da Teams. Se desideri eseguire il backup, è necessario comprendere quali di questi vengono utilizzati nel tuo tenant: una volta scoperto, puoi capire come risolvere il problema.

Dati di TeamsPosizioneSituazione Backup
Messaggi di chat personali e di gruppoAzure CosmosDB.Nessuna API di backup disponibile.
Conversazioni dei canaliAzure CosmosDB.Nessuna API di backup disponibile.
GIF utilizzate nei messaggi di Team.Teams CDN.Nessuna API di backup disponibile.
Documenti condivisi in chat personali e di gruppoOneDrive for Business.Backup con OneDrive for Business.
Documenti condivisi nei canali Teams (File).Raccolte di documenti e cartelle nei siti di SharePoint OnlineBackup con SharePoint Online.
Canali privatiSet separato di siti di SharePoint Online.Backup con SharePoint Online (se il prodotto di backup copia questi siti)
E-mail inviate ai canali Teams tramite connettore.Azure CosmosDB e SharePoint OnlineBackup con SharePoint Online (non viene eseguito il backup dei messaggi inviati ai canali).
Messaggi inviati ai canali tramite connettori di Office.Azure CosmosDB.Nessuna API di backup disponibile.
Calendario di Teams.Cassette postali di utenti e gruppi (Exchange Online)Backup con dati Exchange Online.
Registrazione delle riunioni di TeamsStream.Nessuna API di backup Stream disponibile.
Teams WikiSharePoint Online. 
Record di conformità di TeamsCassette postali Exchange OnlineBackup con dati Exchange Online.
PlannerAzureNessuna API di backup di Planner disponibile.
Dati di audit di TeamsRegistro di controllo di Office 365.Può essere estratto con Search-UnifiedAuditLog (PowerShell).
App di terze parti.Teams app store e repository di terze parti.Responsabilità delle app di terze parti.
Appartenenza ai team e grouo objectAzure Active Directory.È possibile eseguire il backup leggendo le informazioni da Azure AD (l’appartenenza ai canali privati di Teams non è in Azure AD)
Politiche e impostazioni di TeamsAzure.È possibile eseguire il backup di alcuni dati leggendo i criteri e le impostazioni con PowerShell.
Dati di utilizzo di Teams.Microsoft Graph.Può essere letto da Graph.
Whiteboard usata durante le riunioniServizio Microsoft Whiteboard.Nessuna API di backup disponibile.

In alcuni casi, una soluzione alternativa potrebbe compensare la mancanza di un’API di backup. Ad esempio, è possibile scaricare tutti i video da Stream e copiarli su un sito di backup, o utilizzare l’API Graph per copiare i Plans e così via. Il problema con le soluzioni alternative è che spesso mancano di automazione e capacità di ridimensionamento.

Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://office365itpros.com/2020/06/10/teams-difficult-backup/amp/