Come gestire facilmente le tue finanze in Excel grazie a Money

La gestione delle finanze personali può essere un’attività scoraggiante per la maggior parte delle persone, ma avere gli strumenti giusti può contribuire a renderla meno impegnativa. Con il lancio di Money, in Excel, l’obiettivo di Microsoft è quello di contribuire a rendere l’amministrazione del budget personale un’esperienza semplice. Come? Aiutandoti a tenere traccia dei tuoi obiettivi finanziari a lungo termine.

Gestisci i tuoi soldi senza uscire da Excel
Money è un componente aggiuntivo di Excel, dinamico e intelligente, che ti consente di connettere in modo sicuro i tuoi conti bancari, le carte di credito, gli investimenti e i prestiti, ed importare automaticamente le informazioni relative alle transazioni e ai conti in un foglio di calcolo.

Se possiedi una licenza Microsoft 365 Personal o Family, ti basterà recarti a questo link per scaricare il modello. Una volta scaricato, aprilo1 e segui le istruzioni per connettere i tuoi conti finanziari utilizzando Plaid2,: un plug-in di terze parti (attualmente supporta le principali istituzioni finanziarie statunitensi). Una volta verificate le informazioni del tuo account, la cartella di lavoro verrà aggiornata con la cronologia più recente delle transazioni3.

Tieni traccia dei tuoi soldi
Una volta collegati i conti finanziari3, Money importerà automaticamente le informazioni sulle transazioni effettuate in una cartella di lavoro. Non dovrai più passare le ore ad impostare manualmente un foglio di calcolo da zero: il componente lo farà per te in pochi secondi. E ogni volta che vorrai aggiornare la cartella di lavoro con le transazioni più recenti, basterà fare click sul pulsante Aggiorna, così da ottenere l’ultima istantanea dei tuoi account, senza mai uscire da Excel.

Raggiungi i tuoi obiettivi
Una volta importate le informazioni sulle transazioni, sarà facile tenere traccia delle tue abitudini di spesa, per rimanere in carreggiata e avvicinarti ai tuoi obiettivi finanziari. Con il foglio “Snapshot” avrai una panoramica immediata su quanto spendi nelle varie categorie: generi alimentari, articoli per la casa, affitto e altro. Con l’aiuto di grafici di facile lettura, potrai anche confrontare le tue spese mese per mese. Inoltre, per aiutarti a tenere traccia di eventuali transazioni indesiderate, Money ti avviserà sugli aumenti delle commissioni di abbonamento, sulle modifiche delle commissioni bancarie e su qualsiasi grande spesa registrata nel corso del mese.

Personalizzalo per soddisfare le tue esigenze
Sappiamo che, spesso, le persone utilizzano Excel per gestire le loro finanze: questo perché consente loro di adottare un approccio più personalizzato. Microsoft ha progettato Money per essere facilmente personalizzabile e soddisfare le esigenze e gli obiettivi di tutti. Ad esempio, se una determinata transazione non rientra in una categoria di spesa esistente, potrai crearne di nuove. Se desideri eseguire una rapida analisi personalizzata, ti basterà copiare le transazioni pertinenti in un nuovo foglio Excel e utilizzare una delle funzionalità per eseguire calcoli rapidi.

Money è già dotato di grafici creati in base alle informazioni sulle transazioni, ma se desideri crearne di personalizzati, potrai farlo e in seguito aggiungerli alla cartella di lavoro.

Insomma, grazie alla variabilità delle features disponibili, Money semplificherà la gestione dei tuoi soldi. Speriamo che, grazie allo strumento, l’amministrazione delle tue finanze diventi un’esperienza facile e piacevole.

Per ulteriori informazioni su Money ti rimandiamo all’articolo: https://support.microsoft.com/en-us/office/money-in-excel-faq-1cf6f49a-cb01-48c2-ac39-cda12a585c4a?ui=en-us&rs=en-us&ad=us.


1Per una migliore esperienza, ti consigliamo di utilizzare Money su PC o Mac. Prestazioni ottimali su Windows 10 e sui browser Edge/Chrome.
2Plaid è una società che fornisce connessioni autorizzate a conti finanziari, su indicazione dell’utente, per poter utilizzare Money.
3Dopo aver concesso a Plaid l’autorizzazione a collegarsi ad un conto finanziario con Money, esso accederà ai saldi del conto, alla cronologia delle transazioni e alle informazioni associate al conto, come il nome e l’indirizzo del proprietario. Plaid non avrà accesso alle informazioni sull’abbonamento a Microsoft 365 e non condividerà le credenziali di accesso dell’istituto finanziario con Microsoft.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://www.microsoft.com/en-us/microsoft-365/blog/2020/06/15/introducing-money-excel-easier-manage-finances/?ocid=usoc_LINKEDIN_M365_spl100001355768842

Creare una lista SharePoint da Excel

Ogni mese, decine di milioni di persone iniziano ad utilizzare gli elenchi SharePoint per tenere traccia e gestire le informazioni aziendali e dei team.
Le liste, permettono alle aziende e ai gruppi di lavoro di archiviare e visualizzare dati con l’obiettivo di condividere e collaborare.
Sono sicuri e facili da utilizzare e possono gestire fino a 30 milioni di articoli in un unico elenco.

Siamo felici di annunciarvi che, dal mese scorso, la funzionalità lists from Excel è stata distribuita a livello globale a tutti i clienti Microsoft 365. Si tratta di un nuovo modo di creare liste che ti fa risparmiare tempo ed apre nuovi scenari.

Lists from Excel
Per creare una lista, seleziona una tabella Excel su SharePoint o dal tuo dispositivo. Potrai modificare il tipo di campo della colonna e tutti i dati verranno copiati nel nuovo elenco.

Procedura

  1. Da SharePoint, clicca sull’icona a forma di ingranaggio in alto a destra e seleziona Site contents;
  2. Nella parte superiore della pagina dei contenuti del sito, clicca su New>List;
  3. Fai clic sulla scheda From Excel;
  4. Inserisci un nome per il tuo nuovo elenco;
  5. Clicca su Upload File per selezionarlo dal tuo dispositivo o scegli tra i file già presenti in Microsoft 365;
  6. Aggiorna l’header della colonna. Ad esempio, cambia “Number” in Date and Time; (anche i campi di scelta funzionano: aggregano automaticamente valori univoci)
  7. Clicca su Create per importare i dati della tabella Excel e creare un nuovo elenco SharePoint.

I tuoi dati Excel rimangono intatti e le liste SharePoint sono pronte per essere estese in diversi modi:

  1. Assegna e regola ulteriormente i tipi di dati nelle colonne della tua lista;
  2. Migliora la grafica progettando la formattazione di righe e colonne;
  3. Utilizza le regole di formattazione condizionale per rendere i dati intuitivi e utili;
  4. Imposta promemoria sulle voci dell’elenco;
  5. Crea app per la produttività con Power Automate (flussi personalizzati) e Power Apps (moduli personalizzati); la tua lista diventa la principale sorgente di dati.

Nota: è possibile analizzare gli elementi della lista di SharePoint da una vista in Excel, in modo da poter lavorare su un foglio di calcolo. Ti basta cliccare su Export in Excel.
Excel creerà una tabella con una connessione dati unidirezionale basata su un file web di query. Per visualizzare una copia aggiornata della lista di SharePoint in Excel, clicca Refresh All nella scheda Data di Excel.
Le modifiche apportate alla tabella non verranno inviate all’elenco SharePoint.
Ulteriori informazioni sull’export a questo link: https://support.microsoft.com/en-us/office/export-to-excel-from-sharepoint-bfb2ea48-6118-4fa9-abb6-cced9424e5d9?ui=en-us&rs=en-us&ad=us.

In sintesi
È più facile che mai lavorare con le liste di SharePoint, utilizzando Excel.
Indipendentemente da come decidi di iniziare, sarà semplice configurarle utilizzando visualizzazioni, filtri, regole e promemoria per aumentare l’utilità dei tuoi dati.
Le liste, possono anche essere personalizzate: ad esempio, integrandole con Power Apps e Power Automate. E quando i forms ed i flow diventano più complessi o attingono da più fonti, puoi affidarti agli strumenti disponibili all’interno della Power Platform.

Di seguito, un video dimostrativo:

Approfondimenti

Le informazioni presenti in questo blog, sono prese dall’articolo: Create a list from Microsoft Excel

Annunciati gli scripts di Office in Preview

Oggi vogliamo parlarvi della public preview degli Scripts Office per Excel on the web.
Si tratta di una feature che permette agli utenti Excel – con qualsiasi livello di esperienza, dai principianti a quelli con esperienza avanzata in coding – di registrare script ed automatizzare i loro task. Nelle prossime settimane, la preview verrà distribuita a tutte le organizzazioni con Office 365.
Iniziate ad utilizzare la preview all’interno del Microsoft 365 admin center e create nuovi automatismi utilizzando le funzionalità di script recorder ed editor.

Cos’è Office Scripts?
Con Office Scripts, potete automatizzare task e workflow in maniera facile ed eliminare il bisogno di effettuare passaggi ripetitivi quando create e gestite workbook.
Una volta abilitata la preview all’interno del vostro ambiente Office 365, potete iniziare a creare script di Office cliccando sul pulsante Record Actions all’interno della tab Automate, registrare l’azione desiderata, stoppare il recorder e salvare lo script.
Una volta che lo script è stato creato, avete la possibilità di eseguirlo manualmente su una cartella di lavoro di Excel a cui avete accesso.
Poichè lo script è salvato su OneDrive for Business, può essere facilmente ri-utilizzato tra i vari fogli Excel.

Annunciati gli scripts di Office in Preview

Gli utenti, indipendentemente dalla loro esperienza in programmazione, possono iniziare ad utilizzare le creazioni script.
La funzionalità utilizza tecnologie moderne e developer-friendly, quali JavaScript: questo permette che gli script possano essere facilmente customizzati con nuove o esistenti skill da sviluppatore.

Per modificare i vostri script, utilizzate un editor TypeScript-based direttamente all’interno di Excel on the web per personalizzare gli script registrati.
Infine, gli amministratori saranno in grado di far applicare le policy di governance su come gli script di Office possano essere eseguiti.

Gli Office Scripts ti permetteranno di automatizzare task e processi in maniera veloce, ovunque ed in qualsiasi momento.

Per saperne di più
Vi segnaliamo alcune risorse utili:
Introduction of Office Scripts in Excel;
Office Scripts technical documentation;
Office Scripts setting in M365.

Come ottenere Office Scripts?
Office Scripts sarà distribuito nelle prossime settimane agli utenti Excel con licenze Office 365 E3 ed E5.
Il roll out graduale permetterà a Microsoft di raccogliere feedback ed assicurare la qualità delle feature.
Durante questa preview iniziale, Office Scripts sarà disponibile solo su Excel on the web, anche se l’obiettivo è di portarlo su altri endpoint.
Office Scripts dovrà essere abilitato tramite l’admin center e sarà visibile nei tenant non appena la feature viene distribuita.

Per farlo, seguite i seguenti passaggi:
– Recatevi sull’admin center;
– Selezionate Settings > Settings e scegliete Office Scripts dalla lista;
– Spuntate la casella “Let users automate their tasks in Office on the web” all’interno del pannello Office Scripts e salvate le modifiche.

Note: Office Scripts al momento non è disponibile per Internet Explorer.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: Announcing Office Scripts (Preview)

Excel: tabella Pivot ordinata per giorno della settimana e mese

Excel: tabella Pivot per weekend e mese

Le tabelle pivot di Excel offrono la possibilità di effettuare un report giornaliero datato per mese, trimestre o anno.
Ma non vi era, fino a poco tempo fa, un metodo integrato utile ad effettuare il report per un determinato giorno della settimana.

Con la funzionalità Get & Transform introdotta in Excel 2016, è finalmente possibile produrre un report di questo tipo.

In precedenza, avreste dovuto utilizzare formule quali =TEXT(A2,“DDDD”) per aggiungere una nuova colonna alla vostra sorgente dati ed ottenere il giorno della settimana.
La nuova funzionalità Column From Examples all’interno delle Power Query vi fornisce una funzionalità nuova e più efficace.
Purtroppo, la feature si limita alle versioni Windows di Excel 2016 e successive.

Per testarla, iniziate con un data set che includa una colonna Data.
Recatevi nella tab Home, Formatta come tabella per confermare i dati come una tabella.
Poi, selezionando una cella con la data scelta, recatevi nella tab Dati
Nella sezione Recupera e Trasforma Dati, cliccate sulla voce Da tabella/intervallo.

Excel: tabella Pivot per weekend e mese

In questo modo, si aprirà l’Editor Power Query.
Cliccate sulla heading della colonna Data. Nella tab Aggiungi colonna scegliete la voce Colonna da Esempi.

Excel: tabella Pivot per giorno settimanale e mese

La data presente nella prima riga è 01/01/2018, era un lunedì.
Colonna da Esempi crea a questo punto una nuova Column1 posizionata alla parte destra dello schermo.
Scrivete “Monday” nella casella e Power Query suggerirà “Day of Week from Date.” (Giorno della settimana dalla Data).

Excel: tabella Pivot per giorno settimanale e mese

Cliccate Invio ed una nuova colonna verrà aggiunta alla finestra di preview dati mostrandovi il corrispondente giorno della settimana per ogni data presente nella tabella.
La barra formula, mostrerà la funzione Power Query utilizzata per creare la colonna: Date.DayofWeekName([Date]). Questa formula illustra quello che per i veterani di Excel può essere frustrante: le formule in Power Query sono sensibili a maiuscole-minuscole.
In excel, una formula puà essere scritta così =text(A2,“DDDD”) o così =TEXT(A2,“dddd”) oppure ancora così =TeXt(a2,“ddDd”) e restituire i risultati. In Power Query, invece, dovete utilizzare maiuscole e minuscole in maniera appropriata.
Fortunatamente, la funzione Colonna da Esempi genera automaticamente la formula: non dovete preoccuparvi di ricordare la giusta forma.

Excel: tabella Pivot per giorno settimanale e mese

Ripetete la tecnica Colonna da Esempi per creare una colonna che contenga il nome del mese.
La barra della formula rivelerà una formula di Date.MonthName([Date]).

Excel: tabella Pivot per giorno settimanale e mese

Se non vedete la funzionalità Colonna da Esempi
La funzionalità Colonna da Esempi è stata aggiunta lo scorso anno per i clienti Office 365.
Se non vedete l’icona corrispondente all’interno di Power Query, potete usare l’icona Custom Column e costruire una formula.
Scrivete =Date.DayofWeekName(. Poi trovate il campo data nella lista dei campi disponibili. Fate doppio-click per inserire il campo nella formula. Inserite una parentesi di chiusura e cliccate OK.

Excel: tabella Pivot per giorno settimanale e mese

Dopo aver inserito i nuovi campi Giorno della settimana e Mese in Power Query, potete tornare ai dati su Excel.
Invece di utilizzare il pulsante Close and Load nella tab Home, aprite il menù a tendina Close and Load e scegliete Close and Load to…, che aprirà la finestra di dialogo Import Data.

Excel: tabella Pivot per giorno settimanale e mese

Cliccate su Only Create Connection, poi Add This Data To The Data Model e poi OK.
A questo punto, sarete riportati su Excel. Vi apparirà un nuovo pannello Queries and Connections sull’estremità destra di Excel.

Excel: tabella Pivot per giorno della settimana e mese

Recatevi sull’area del foglio di lavoro in cui volete appaia la tabella pivot.
Scegliete Inserisci – Tabella Pivot. La casella di dialogo PivotTable verrà avrà spuntato di default la voce Use This Workbook’s Data Model.
Cliccate OK.

Il pannello PivotTable Fields vi presenterà due oggetti chiamati Table1.
Cercate quello rappresentato dall’icona arancione cilindrica. Questa è l’icona che indica la versione della tabella che contiene i campi extra.

Excel: tabella Pivot per mese e giorno della settimana

Costruite la tabella pivot con i campi Weekday, Month e Sales.

Ordinamento Tabella Pivot
C’è ancora una seccatura riguardo le tabelle pivot in relazione al Data Model.
La tabella pivot non ordinerà i nomi dei giorni della settimana o dei mesi in ordine progressivo.
Quando vedete, ad esempio, dei mesi messi nella seguente sequenza: April, August, December, February significa che sono ordinati alfabeticamente.

Excel: tabella Pivot per mese e giorno della settimana

Cliccate sulla freccetta a cascata all’interno delle celle B1 e A2.
In entrambi i casi, scegliete l’opzione More Sort. Nella finestra di ordinamento, scegliete Ascending by Weekday e cliccate poi sul pulsante More Options nella angolo in basso a sinistra della finestra. Nella sezione che si aprirà More Sort, deselezionate la voce “Sort automatically every time the report is updated“. A questo punto, scegliete la lista desiderata dal menù a tendina First Key Sort Order drop-down.

Excel: tabella Pivot per mese e giorno della settimana

Dopo aver ordinato sia il campo Mese che Giorno della settimana, avrete una tabella pivot che vi mostra le vendite ordinate per mese e giorno della settimana.

Excel: tabella Pivot per mese e giorno della settimana

A seconda del tipo di analisi che dovete fare, potreste utilizzare il Field Settings per modificare l’operazione da Somma a Media.
Applicate una scala di colori e vedrete il miglior giorno della settimana per le vendite.

Excel: tabella Pivot per mese e giorno della settimana

I vantaggi delle Power Query
La prima volta in cui dovrete costruire una tabella pivot utilizzando Power Query sarà la più dura.
Costruirla con un metodo diverso dalle Power Query sarebbe più veloce. Se impiegate un maggior impegno in termini di tempo per definire i vari passaggi in Power Query però, ne beneficerete in semplicità e velocità nell’aggiornamento della tabella pivot.

Per aggiornare i dati, incollate una nuova data alla fine di quelle precedentemente inserite.
Nel pannello Queries & Connections, vi apparirà un’icona di Refresh. Cliccatevi sopra e tutti i passaggi inseriti precedentemente per aggiungere nuove colonne, avverranno in automatico. Aggiornate la tabella pivot e il report sarà aggiornato.


Le informazioni presenti in questo post sono prese dall’articolo: EXCEL: PIVOT TABLE BY WEEKDAY AND MONTH.

Nuove funzioni su Microsoft Forms

Forms per Excel
La funzionalità di Excel Survey è ora potenziata da Microsoft Forms e rinominata
Forms for Excel.
Questo aggiornamento permette agli utilizzatori di Microsoft Excel di creare facilmente questionari e collezionare risposte all’interno delle loro cartelle di lavoro e sfruttare al meglio le funzionalità disponibili su Microsoft Forms.
Per maggiori dettagli, leggete l’articolo Microsoft Forms and Excel workbooks.

Microsoft Forms for Excel

Nuova tipologia di domande – Classifica
In risposta ad una delle richieste più comuni fra i clienti, Microsoft ha introdotto un nuovo tipo di domanda: la classifica.
I Creatori di quiz e sondaggi possono ora chiedere agli intervistati di mettere in ordine le loro risposta in una classifica. Le risposte saranno poi raccolte e visualizzate per un’analisi rapida. La classifica è un nuova tipologia di risposta molto utile per i creatori di quiz perchè permette loro di comprendere le preferenze di ogni intervistato.
Questa nuova opzione è attiva a partire da Agosto 2017.

Nuova tipologia di domande su Microsoft Forms per Excel: ranking

Autovalutazione
Questa funzionalità risulta molto utile, ad esempio, in ambienti scolastici.
I professori, nei quiz, possono danno agli studenti la possibilità di effettuare la propria autovalutazione alla fine del questionario: in questo modo avranno subito un feedback sulla correttezza o meno delle loro risposte.
Questa nuova funzione è disponibile per le domande che richiedono testo come risposta.
Una volta completato il quiz, gli studenti vedono immediatamente quanti punti hanno ottenuto e quali erano le risposte esatte di ogni singola domanda.

Autovalutazione delle proprie risposte alla fine del questionario

Integrazione fra Microsoft Forms e Flow
Gli utenti hanno inoltre la possibilità di impostare dei connettori per Microsoft Forms via Microsoft Flow.
Un esempio utile è dato dalla possibilità di impostare un connettore che vi invia una notifica via mail ogni qualvolta viene inserita una risposta per un quiz o una survey.
Potete creare il vostro connettore personale oppure utilizzare i template che trovate su Microsoft Flow.

Integrazione fra Microsoft Forms e Flow

Migliore accessibilità per tutti
L’obiettivo di Microsoft è quello di dare a TUTTI gli utenti un servizio e un’esperienza di qualità ed è per questo che continua a migliorare includendo diverse funzionalità anche per persone con difficoltà visive, motorie e cognitive.

Migliore accessibilità per tutti con Excel e forms