Features in arrivo su Microsoft 365: novità su Teams e Fluid Framework

Per la prima volta, Microsoft Build (https://mybuild.microsoft.com/), la conferenza annuale Microsoft per sviluppatori, si è tenuta interamente online. In questo periodo, in cui tutto avviene da remoto, la tecnologia ci permette di fruire di esperienze come questa che diventano fondamentali considerato il fatto che non possiamo incontrarci di persona.
Come ha affermato recentemente Satya Nadella, “Abbiamo visto due anni di trasformazione digitale in due mesi“.
A questo proposito, siamo entusiasti di presentarvi le nuove funzionalità ed i miglioramenti che Microsoft ha apportato con l’obiettivo di aiutare i clienti ad essere sempre produttivi e connessi.

Piccola nota per gli sviluppatori: sia che creiate le vostre app personali o soluzioni che possano essere utilizzare in Microsoft Teams o Outlook, Microsoft ha creato per voi tutta una serie di innovazioni.
Al Build 2020 sono state infatti annunciate nuove features che rendono le app più integrate, potenti ed intuitive oltre a nuovi strumenti di sviluppo.

News
Il 19 maggio, Microsoft ha annunciato nuove funzionalità per Microsoft Teams, Fluid Framework, Project Cortex, Outlook, Edge ed introdotto la nuova app Microsoft Lists. Tutti questi sono strumenti che consentono agli utenti di rimanere connessi e produttivi ovunque si trovino.

MICROSOFT TEAMS

Teams è l’hub per il teamwork che unisce funzionalità di riunione, chiamata, chat e collaborazione in un unico strumento.

Produttività: dai template personalizzati alle nuove funzionalità di tasking, Microsoft sta introducendo nuove modalità per rimanere sempre produttivi.

Crea rapidamente i team con template customizzati quando crei un nuovo team, potrai scegliere tra una serie di template personalizzati.
Hai a disposizione template relativi a tipici scenari di business (ad esempio per la gestione di eventi e risposte alle crisi) o modelli specifici per il tuo settore (ad esempio un reparto ospedaliero o una succursale bancaria). Ogni modello viene fornito con canali, app e guide predefinite.
Gli amministratori saranno anche in grado di scegliere un modello di teams esistente o crearlo da zero.
I modelli in Teams verranno implementati nei prossimi mesi.

Automation: siamo felici di annunciarti una serie di miglioramenti alla Power Platform che semplificano l’integrazione con Teams.
Maggiori info, qui: https://cloudblogs.microsoft.com/powerplatform/2020/05/19/announcing-power-platform-and-teams-updates-to-help-customers-adapt-to-remote-work/

Crea e gestisci facilmente chatbot in Teams: l’integrazione con Teams non è mai stata così semplice!
Ti basta selezionare il bot da utilizzare e fare click su Add to Teams.
Per semplificare ulteriormente le cose, Power Virtual Agents ora supporta il Single Sign-On (SSO). Questo vuol dire che gli utenti non dovranno più “ri-autenticarsi” quando andranno ad utilizzare Teams per la prima volta.

Teams: aggiungi rapidamente app personalizzate e flussi di lavoro automatizzati. Presto, con un semplice click, potrai aggiungere app personalizzate da Power Apps a Teams .
Avvia PowerApps, fai click sui tre puntini accanto all’app canvas che desideri pubblicare e seleziona Add to Teams.

I nuovi modelli di processi aziendali di Power Automate per Teams ti consentono di semplificare i flussi di lavoro utilizzando template predefiniti o personalizzandoli. Infine, nuovi trigger e azioni specifiche ti permetteranno di creare estensioni di messaggi personalizzate, automatizzare il “@mentioning” e la pubblicazione di messaggi sui canali e, infine, di personalizzare i nomi dei bot.
Anche queste funzionalità saranno, a breve, disponibili

Condividi i report di Power BI in Teams: finalmente potrai condividere report o grafici specifici su Teams, grazie al nuovo pulsante Share to Teams. Potrai attirare l’attenzione del destinatario su un grafico o report specifico, oppure condividerlo con l’intero team. Per iniziare, seleziona Send to Teams dal portale di Power BI e digita il nome del team con cui desideri condividere il report.

Meeting ed eventi: tra i fusi orari e la necessità di mantenere il distanziamento sociale, le aziende devono connettersi e collaborare a riunioni di ogni genere. Le nuove funzionalità di Teams ti aiutano a progettare la migliore esperienza per ogni occasione.

Pianifica appuntamenti virtuali da Teams tramite Bookings: sarai ora in grado di pianificare, gestire e condurre appuntamenti virtuali business-to-consumer grazie all’integrazione di Booking su Teams. Con un’unica esperienza di scheduling, potrai gestire diversi dipartimenti e location in maniera sicura: ti sarà possibile effettuare colloqui di lavoro, tenere lezioni scolastiche, fare consulenze finanziarie e visite mediche. Teams supporta la compliance di tipo HIPAA ed è certificato HITRUST.

Trasmetti eventi e crea vere e proprie produzioni studio da un palcoscenico virtuale di Teams. Con la maggior parte delle aziende che lavora da remoto, come ricreare l’atmosfera di una presentazione vis-a-vis o di un’intervista con un pubblico a distanza?
Per questi motivi, nasce il supporto NDI (Network Device Interface) e l’interoperabilità di Skype TX per Teams. Avrai a disposizione un set avanzato di funzionalità di produzione per trasmissioni pubbliche e private personalizzate e su larga scala.

NDI per Microsoft Teams trasforma una riunione di Teams in uno stage virtuale, convertendo il video di ogni partecipante in una sorgente video distinta che potrà essere utilizzata all’interno dello strumento di produzione di tua scelta: OBS, Wirecast, Xsplit, StreamLabs e molti altri. Questa funzionalità ti consente di utilizzare le riunioni di Teams in molti altri modi: ad esempio, come hosting di una trasmissione professionale.

-Pianificazione sicura e remota: Shift consente ai Firstline Workers e ai loro manager di utilizzare i dispositivi mobili per gestire i calendari e tenersi in contatto.

-Estendi l’app Shifts in Teams: le nuove feature dell’app Shifts estendono le sue potenzialità e consentono l’integrazione con i sistemi esistenti.
Le API Graph per Shifts sono ora disponibili: puoi quindi integrarle con qualsiasi strumento di gestione della forza lavoro esterna, compresi i sistemi personalizzati. Inoltre, le nuove possibilità offerte da Power Automate ti consentono di ottenere informazioni da Shifts, creare flussi di lavoro custom integrati con altre app o eseguire operazioni su scala. Infine, nuovi trigger e template ti aiuteranno a risparmiare tempo ed ottimizzare i processi.

FLUID FRAMEWORK

Durante l’Ignite 2019, Microsoft ha annunciato la public preview di Fluid Framework, la nuova tecnologia progettata per rendere la collaborazione ancora più fluida e senza interruzioni.

Collabora con componenti e workspace di Fluid all’interno di Outlook e Office.com. L’obiettivo di Microsoft, con lo strumento Fluid Framework, è quello di rendere il lavoro degli utenti sempre più flessibile e focalizzato.
Le prime integrazioni di Fluid in arrivo su Outlook e Office.com, ti consentiranno di collaborare su contenuti dinamici e creare componenti connessi che potranno essere condivisi simultaneamente e senza interruzioni tra le app.
Tabelle, grafici ed elenchi di attività potranno essere facilmente inseriti in Outlook per il Web.
All’interno di Office.com, potrai invece creare e gestire aree di lavoro in modo rapido e flessibile.
Inoltre, poiché i componenti di Fluid Framework sono leggeri, le modifiche saranno immediate.
Ti starai chiedendo quanto potrai beneficiare di queste funzionalità? Se hai una licenza, Microsoft 365 Enterprise, non dovrai attendere molto: nei prossimi mesi, le features saranno a tua disposizione.

Utilizza la key infrastructure di Fluid Framework (ora open source) nelle tue applicazioni. Il framework web di Fluid può essere utilizzato per rendere immediatamente collaborative le tue app: include strutture di dati che eseguono la sincronizzazione a bassa latenza e un relay service per connettere gli endpoint. Se sostituisci le strutture di dati statici con strutture di dati fluidi, l’app supporterà fin da subito la collaborazione in tempo reale.

Per farti beneficiare del pieno potenziale dello strumento Microsoft ha deciso di renderlo una tecnologia open source: in questo modo, sviluppatori e creatori di app potranno utilizzare le infrastrutture chiave dello strumento.

PROJECT CORTEX

Anche Project Cortex è stato presentato all’Ignite 2019 e sarà disponibile ad inizio estate. Questo nuovo e potente servizio utilizza l’intelligenza artificiale (AI) e Microsoft Graph per organizzare contenuti ed expertise tra sistemi e team. Assieme ai flussi di lavoro automatizzati, potrai quindi gestire le informazioni e semplificare i processi con controlli avanzati di sicurezza e conformità.

OUTLOOK

In tutto il mondo, moltissime persone si affidano ad Outlook per organizzare le proprie giornate e rimanere in contatto con colleghi, fornitori e clienti. Le nuove funzionalità ti consentono di fare di più ed essere sempre produttivo.

Salva sequenze di tasti in Outlook: OWA può aiutarti a comporre un messaggio di posta elettronica con la previsione del testo, utilizzando la tecnologia per dedurre significato ed intenzione di chi scrive. Eviterai così errori di battitura e creerai messaggi di posta elettronica ottimizzati.

-Resta sempre al passo con Yammer su Outlook: potrai ora visualizzare e rispondere a conversazioni, sondaggi, domande di Yammer senza lasciare la tua inbox. La funzionalità sarà disponibile automaticamente per gli utenti che hanno attivato la ricezione delle notifiche via email da Yammer.

MICROSOFT EDGE

Durante il Microsoft Build, Microsoft ha annunciato una serie di opzioni di customizzazione e miglioramenti da applicare a Microsoft Edge: in particolare, parliamo di features, pensate per i web developer.

Esplora le raccolte Pinterest. Pinterest ti offrirà ora dei suggerimenti: li troverai nella parte inferiore della collection. In questo modo, sarù molto più semplice effettuare la ricerca di contenuti correlati. Facendo click su un suggerimento, si aprirà una bacheca di Pin simili a quelli cercati: tutto questo, con l’obiettivo di mettere a tua disposizione ed aggiungere rapidamente idee interessanti e rilevanti. Le raccolte supporteranno presto anche la feature “Send to OneNote“.

Risparmia tempo durante la ricerca: Microsoft sta inserendo anche la ricerca nella barra laterale. In questo modo, potrai effettuare ricerche senza dover aprire una nuova tab. Per coloro che utilizzano Microsoft Edge sia per lavoro che per uso personale, verrà introdotta l’Automatic Profile Switching, che passerà automaticamente al profilo giusto a seconda del collegamento che si sta tentando di aprire.

A questo link, trovate un breve video esplicativo: https://www.microsoft.com/en-us/videoplayer/embed/RE4wGvU

Scopri le opzioni di sviluppo: Microsoft sta espandendo la preview con nuove opzioni per lo sviluppo di .NET e UWP (WinUI 3.0), che ti consentono di incorporare Edge WebView basato su Chromium in applicazioni WinForms, WPF e UWP/Win UI 3.0. È stata anche aggiunta una vista 3D in DevTools.
Consulta la documentazione disponibile a questo link: https://docs.microsoft.com/en-us/microsoft-edge/webview2/gettingstarted/win32 o apri Visual Studio e scarica il pacchetto WebView2 per iniziare.

MICROSOFT LISTS

Traccia informazioni con Microsoft Lists: ora puoi creare, condividere e tracciare dati ed informazioni direttamente all’interno di Microsoft Teams, SharePoint e dell’app mobile Lists (presto rilasciata). Le liste sono facili da creare e personalizzare con template, codici colore, flussi di lavoro If/Then e altro ancora. Ulteriori informazioni sono disponibili qui: https://techcommunity.microsoft.com/t5/microsoft-365-blog/announcing-microsoft-lists-your-smart-information-tracking-app/ba-p/1372233.

In un momento storico di cambiamenti senza precedenti, Microsoft si sta rapidamente adattando ad una nuova era lavorativa. Tutti, indipendentemente dal settore di riferimento, stanno cercando nuovi modi per rimanere connessi e produttivi: sia che lavorino assieme che separati. Le funzionalità e i miglioramenti annunciati in questo blog sono tutti pensati per supportare gli obiettivi dei clienti di tutto il mondo. L’obiettivo di Microsoft è quello di continuare a creare strumenti che supportino un mondo del lavoro in continuo movimento.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://www.microsoft.com/en-us/microsoft-365/blog/2020/05/19/microsoft-teams-fluid-framework-new-microsoft-365/?ocid=usoc_linkedin_m365_spl100001306885017

Office 365 Groups diventa Microsoft 365 Groups

Alcune settimane fa, Microsoft ha annunciato i nuovi nomi delle sottoscrizioni Microsoft 365 per le piccole-medie imprese.
Ne abbiamo parlato nel nostro blog: https://www.walk2talk-blog.it/nuova-offerta-microsoft-365-per-le-aziende-di-piccole-e-medie-dimensioni-cambiano-nomi-delle-sottoscrizioni-di-office-365/.

Nel 2014, Microsoft ha introdotto un nuovo servizio cross-suite per i clienti commercial e educational di Office 365 chiamato Office 365 Groups.

I Gruppi di Office 365,  consentono alle persone di creare gruppi pubblici o privati. Le prime app a sfruttare il servizio di Office 365 Groups sono state Outlook, SharePoint, OneNote e Skype for Business.
Ad oggi, Office 365 Groups potenzia le esperienze di collaborazione per oltre 22 app su Microsoft 365, ed i sono in grado di creare soluzioni personalizzate per i propri clienti sfruttando le API di Microsoft Graph e il framework di PowerApps.
Che si tratti di un team interno a Microsoft Teams, di una community in Yammer o di un gruppo di Outlook, la piattaforma di Office 365 Groups consente agli utenti di creare, condividere e scoprire informazioni.

Microsoft 365 è il cloud di produttività mondiale e rappresenta la visione di Microsoft presente e futura per quanto riguarda gli strumenti di produttività: un set integrato di app che mette al servizio dei consumatori l’intelligenza artificiale ed altre tecnologie all’avanguardia.
Per allinearsi con il fatto che Office 365 Groups sostenga la collaborazione su Microsoft 365, Office 365 Groups diventerà Microsoft 365 Groups. Avrete visibilità di questo cambiamento nel corso del tempo: si rifletterà su tutti gli endpoint collegati nei prossimi trimestri.



Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://techcommunity.microsoft.com/t5/microsoft-365-blog/office-365-groups-will-become-microsoft-365-groups/ba-p/1303601.

Azure Active Directory Premium P1 è in arrivo su Microsoft 365 Business

Microsoft 365 Business è in continua evoluzione e cambiamento.
I primi del mese, vi abbiamo annunciato che, a partire dal 21 Aprile, il suo nome sarebbe cambiato in Microsoft 365 Business Premium.
L’obiettivo di Microsoft 365 Business è di offrire una soluzione completa di produttività e sicurezza per le aziende con meno di 300 dipendenti. Il piano integra, infatti, le note app di Office e gli strumenti di collaborazione, tra cui Microsoft Teams, con funzionalità avanzate di sicurezza e gestione dei dispositivi.
Microsoft sta aggiungendo un’altra funzionalità chiave all’abbonamento di Microsoft 365 Business: la licenza completa di Azure Active Directory Premium P1. La feature è in distribuzione su nuovi clienti ed esistenti.

Accesso sicuro in ufficio, da casa e in viaggio
In precedenza, all’interno di Microsoft 365 Business era presente solo un sottoinsieme delle funzionalità del Piano 1 di Azure AD Premium, tra cui il Conditional Access, il self-service password reset e la Multi-Factor Authentication.
Con la licenza completa, otterrete i benefici del Cloud App Discovery, dell’Application Proxy, dei gruppi dinamici, della passwordless authentication e altro ancora.
Con queste funzionalità, i dipendenti manterranno un accesso sicuro alle app di lavoro, indipendentemente dal fatto che siano a casa o in viaggio.


Gestione delle app semplice e centralizzata per abilitare l’accesso remoto con Azure AD

Di seguito, alcune delle nuove funzionalità particolarmente rilevanti per le PMI.

1. Cloud App Discovery
Nelle aziende moderne in cui sono frequenti le situazioni di tipo BYOD (Bring Your Own Device) e con la possibilità di lavorare da casa, i dipartimenti IT spesso non sono a conoscenza di tutte le applicazioni cloud che utilizzano i dipendenti.
Di conseguenza, gli amministratori hanno spesso preoccupazioni circa l’accesso non autorizzato alle informazioni aziendali, la possibile perdita di dati e altri rischi per la sicurezza inerenti le applicazioni.

È possibile risolvere questi problemi utilizzando Cloud App Discovery.
Cloud App Discovery è una funzionalità di Microsoft Cloud App Security (MCAS) disponibile anche con Azure Active Directory Premium P1. Consente di scoprire le applicazioni cloud utilizzate dai dipendenti dell’azienda e visualizzare report per analizzare l’ambiente.
Il rilevamento delle app cloud analizza i registri del traffico in base a un catalogo di oltre 16.000 app cloud.
Le app vengono classificate secondo più di 80 fattori di rischio per offrire una visibilità completa sull’utilizzo del cloud, sullo shadow IT e sul rischio che rappresenta quest’ultimo per l’organizzazione.

Con Cloud App Discovery è possibile:
• scoprire le applicazioni in uso e valutarne l’utilizzo per numero di utenti, volume di traffico o numero di richieste Web all’applicazione;
• identificare gli utenti che utilizzano un’applicazione;
• esportare i dati per ulteriori analisi offline;
• dare priorità alle applicazioni da sottoporre al controllo IT ed integrare facilmente le app per consentire il single sign-on e la gestione degli utenti.

2. Application Proxy
Molte organizzazioni eseguono applicazioni di tipo business-critical on-premise e, con l’avvento dello smart working, diventa importante consentire ai dipendenti di accedere in modo sicuro a queste app da qualsiasi luogo. L’Application Proxy di Azure AD è un agente leggero che consente l’accesso alle app on-premise, senza aprire un ampio accesso alla rete.

È una soluzione più sicura rispetto alle VPN e proxy inverso, ed è più facile da implementare. Gli utenti remoti possono accedere alle applicazioni on-premise nello stesso modo in cui accedono a Office 365 e ad altre app SaaS integrate con Azure AD. Con App Proxy, non è necessario modificare o aggiornare le applicazioni e non è necessario aprire connessioni in entrata tramite il firewall.
Con un unico accesso ad Azure AD, gli utenti possono accedere alle applicazioni cloud e on-premise tramite un URL esterno o un portale interno dell’applicazione. Ad esempio, Application Proxy può fornire accesso remoto ed il single sign-on ai Remote Desktop, a SharePoint, Microsoft Teams e ad altre applicazioni line of business (LOB) e SaaS.

Ne guadagnerete anche dal punto di vista economico: non dovrete infatti modificare l’infrastruttura di rete o installare dispositivi aggiuntivi nel vostro ambiente locale.
Ulteriori informazioni su Application Proxy.

3. Gruppi dinamici
Aiutano ad automatizzare i processi IT e di business aggiungendo/rimuovendo automaticamente gli utenti dai gruppi di sicurezza in base ai loro attributi, riducendo in tal modo il sovraccarico amministrativo dato da aggiunta e rimozione di utenti. Ad esempio, è possibile definire attributi come “reparto vendite” per posizionare dinamicamente un utente in un determinato gruppo. È possibile utilizzare i gruppi dinamici per assegnare automaticamente gli utenti ai gruppi e, conseguentemente, utilizzare questi gruppi per consentire l’accesso alle applicazioni.
Ulteriori informazioni sui gruppi dinamici.

4. Autenticazione passwordless
Con la moltitudine di app che utilizziamo quotidianamente, può essere frustrante ricordarsi tutte le password. Inoltre, la password non è più un metodo sicuro in quanto può facilmente essere violata. L’autenticazione passwordless semplifica la vita sostituendo la password con qualcosa che tutti abbiamo o conosciamo.

Microsoft offre le seguenti tre opzioni di autenticazione passwordless che si integrano con Azure AD:
Windows Hello for Business
– l’app Microsoft Authenticator
– le FIDO2 security keys.
Altre informazioni sulle opzioni di autenticazione passwordless per Azure Active Directory.

Queste nuove funzionalità renderanno più semplice la transizione della vostra azienda verso uno smart working sicuro.
Per un elenco completo delle funzionalità di Azure Active Directory Premium P1 in Microsoft 365 Business, fate riferimento alla pagina Prezzi di Azure Active Directory.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: Azure Active Directory Premium P1 is coming to Microsoft 365 Business.

Vi presentiamo Microsoft 365 Business Voice: ora disponibile in 70 paesi

Vi presentiamo Microsoft 365 Business Voice: ora disponibile in 70 paesi

Lo scorso novembre, Microsoft 365 Business Voice è stato lanciato nel Regno Unito e in Canada.

Microsoft è lieta di annunciare che a partire dal 1° aprile i prodotti Microsoft 365 Business Voice con Calling Plan e Microsoft 365 Business Voice Direct Routing sono disponibili negli Stati Uniti tramite Cloud Solution Provider (CSP) e canali diretti.
Inoltre, Microsoft 365 Business Voice senza Calling Plan (Direct Routing) è disponibile in oltre 70 paesi tramite CSP.

Per chi non conoscesse Microsoft 365 Business Voice, in questo articolo ne esamineremo le caratteristiche principali.
Microsoft 365 Business Voice consente alle organizzazioni di piccole e medie dimensioni(max 300 utenti) di trasformare facilmente Microsoft Teams in un sistema telefonico potente e flessibile. È disponibile come add-on ai piani di Microsoft 365.

Microsoft 365 Business Voice semplifica e ottimizza la produttività e le comunicazioni in un’unica applicazione: Microsoft Teams.
I vantaggi includono:
Comunicazioni all-in-one: trasforma il modo in cui il lavoro viene svolto unificando chiamate, chat, riunioni, calendario ed e-mail;
Chiamate semplici e intelligenti: permette di comunicare con maggiore flessibilità, facilità e intelligenza;
Provenienza dal cloud Microsoft: è una soluzione basata su cloud affidabile e sicura.

Sistema telefonico progettato per Microsoft Teams
I clienti delle PMI richiedono soluzioni che consentano collaborazione e comunicazione, offrendo ai partner l’opportunità di far evolvere le proprie attività per aggiungere servizi orientati alle persone che aiutino i clienti ad utilizzare la tecnologia per lavorare meglio.

Microsoft 365 Business Voice rappresenta un’alternativa ai provider di telefonia tradizionali e ai sistemi di telefonia interni, che possono essere difficili e costosi da gestire. È possibile configurare numeri a pagamento e numeri verdi, menu di chiamata per aiutare chi chiama a raggiungere il reparto giusto, servizi di audioconferenza per poter organizzare riunioni e molto altro.
È anche possibile assegnare agli utenti un numero di telefono personale, di modo che possano ricevere chiamate dirette.
Business Voice fa tutto questo integrando le funzionalità del Sistema telefonico di Microsoft 365 in un pacchetto semplice da gestire.
Non occorre preoccuparsi di scegliere il piano o la funzionalità corretta, perché sono tutte disponibili e configurate. Poiché il Sistema Telefonico fa parte di Teams, è possibile trasformare qualsiasi PC, Mac o dispositivo mobile in un telefono che possa usare il numero di telefono di Business Voice.

ATTENZIONE: Microsoft Teams e Business Voice funzionano solo quando le cassette postali degli utenti si trovano in Microsoft 365. Le cassette postali ubicate in Exchange Server locale non sono supportate.

Con l’acquisto di Business Voice si ottengono le funzionalità seguenti e altre ancora:
Sistema telefonico: funzionalità di telefonia standard, tra cui segreteria telefonica, ID chiamante, menu di chiamata, linee telefoniche condivise e chiamate di emergenza.
Chiamate nazionali: le chiamate nel proprio paese o area geografica sono gratuite. Sono disponibili anche piani internazionali e chiamate gratuite a numero verde.
Audioconferenza: consente di organizzare conferenze telefoniche con persone che non dispongono di Teams o che non hanno una connessione Internet.

Trovate maggiori informazioni su Microsoft 365 Business Voice, qui: Risorse di Microsoft 365 Business Voice.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dai seguenti articoli:
Introducing Microsoft 365 Business Voice
Che cos’è Microsoft 365 Business Voice?

Nuova offerta Microsoft 365 per le aziende di piccole e medie dimensioni: cambiano i nomi delle sottoscrizioni di Office 365

Nuova offerta Microsoft 365 per le aziende di piccole e medie dimensioni: cambiano i nomi delle sottoscrizioni di Office 365

Microsoft, da sempre, ci ha abituato alle novità.
Non possiamo rilassarci un attimo che cambiano i nomi delle sottoscrizioni, ne escono di nuove o cambiano i componenti all’interno dei piani di licensing.
Notizia fresca di due giorni fa: Microsoft ha annunciato le Microsoft 365 Personal and Family Subscriptions: si tratta delle prime sottoscrizioni consumer di Microsoft 365.
Inoltre, ci sono degli importanti cambiamenti alle sottoscrizioni Office 365 per small e medium business e ad Office 365 ProPlus: d’ora in avanti, tutti questi prodotti si troveranno sotto il brand Microsoft 365.

Si tratta di un’evoluzione naturale.
Microsoft 365 nasce nel 2017 quale bundle di licensing per clienti di tipo enterprise, composto da Windows, Office ed Enterprise Mobility and Security (EMS). Da quella volta, “ne è passata di acqua sotto i ponti”.
Oggi, viene definita la “the world’s productivity cloud” e rappresenta la visione di Microsoft per quanto riguarda gli strumenti di produttività presenti e futuri: un insieme integrato di app e servizi che mette assieme Intelligenza Artificiale ed altre innovazioni all’avanguardia che lavorano per voi.
E per le PMI , ciò comprende nuove funzionalità in Microsoft Teams che vi aiutano ad ospitare ricchi meeting ed eventi online; features di cloud file storage e sharing che vi permettono di lavorare e collaborare con i vostri colleghi ovunque vi troviate oltre a soluzioni di sicurezza ed identità che salvaguardano il vostro business.

Nuovi nomi
I nuovi nomi dei prodotti entreranno in vigore a partire dal 21 Aprile 2020.
Si tratta di una modifica relativa alla sola nomenclatura: al momento, non vi saranno cambiamenti nel pricing o nelle funzionalità.

– Office 365 Business Essentials diventerà Microsoft 365 Business Basic
– Office 365 Business Premium diventerà Microsoft 365 Business Standard
– Microsoft 365 Business diventerà Microsoft 365 Business Premium
– Office 365 Business e Office 365 ProPlus diventeranno entrambi Microsoft 365 Apps. Ove necessario, verranno utilizzate le etichette “for business” e “for enterprise” per distinguerli.

Le modifiche alla nomenclatura dei prodotti avverranno automaticamente.

Questi cambiamenti rappresentano l’ambizione e l’obiettivo di Microsoft di continuare a portare innovazione all’interno di Microsoft 365: piano di licensing che va ben oltre a quanto i clienti confondono con Office.
L’Office che amate e conoscete c’è e ci sarà ma ci sono nuove app e servizi che sono stati aggiunti alle sottoscrizioni negli ultimi anni ed altre novità sono in arrivo nei prossimi mesi.

Frequently asked questions
Q. Per quali piani di Office 365 NON sono previste modifiche di nome?
A. Office 365 for Enterprise
– Office 365 E1
– Office 365 E3
– Office 365 E5

Office 365 for Firstline Workers
– Office 365 F1

Office 365 for Education
– Office 365 A1
– Office 365 A3
– Office 365 A5

Office 365 for Government
– Office 365 G1
– Office 365 G3
– Office 365 G5

Q. Perchè Microsoft ha apportato queste modifiche?
A. Per prima cosa, desidera che i prodotti riflettano lo spettro di funzionalità e benefici propri della sottoscrizione.
Microsoft 365 è un set integrato di app e servizi che mette IA ed innovazione al vostro servizio.
Seconda cosa: vuole semplificare. Il nuovo approccio alla nomenclatura dei prodotti è pensato per aiutarvi a trovare velocemente il piano di cui avete bisogno e tornare al vostro business.

Q. Come si posiziona il pacchetto Office all’interno di Microsoft 365? Sarò ancora in grado di utilizzare Word, Excel e PowerPoint?
A. La suite di Office è centrale all’interno dell’esperienza di produttività di Microsoft e non è oggetto di cambiamento.
Ma, nel corso degli anni, l’offerta di produttività cloud di Microsoft è cresciuta profondamente.
Microsoft sta introducendo in Microsoft 365 nuove applicazioni grazie al supporto del cloud e dell’AI ed aggiungendo nuove esperienze di tipo born-in-the-cloud come Teams, Stream, Forms e Planner. Tutti questi servizi sono sostenuti da un set di common services che mantiene i vostri dati al sicuro.

Q. Ci sono differenze nei piani Microsoft 365 Apps for business o Microsoft 365 Apps for enterprise rispetto alla vecchia nomenclatura Office 365 Business e Office 365 ProPlus plans??
A. NO, per ora, non vi sono differenze nè di prezzo nè di funzionalità.

Q. I piani di Office 365 spariranno?
A. Nessuno dei piani va a morire. Sono disponibili le stesse sottoscrizioni: hanno solo cambiato nome.
E, nel caso di Office 365 Enterprise, i nomi delle sottoscrizioni rimangono i medesimi.

Q. Sono un cliente esistente di tipo SMB o ProPlus. Devo fare qualcosa?
A. I clienti che hanno attivi i piani di licensing Office 365 Business, Office 365 Business Essentials, Office 365 Business Premium o Microsoft 365 Business non devono effettuare alcuna azione. I cambiamenti annunciati, avverranno automaticamente.

Q. La mia azienda utilizza Office 365 ProPlus e vorrei avere qualche informazione in più: dove posso trovarla?
A. I clienti che utilizzano il piano, possono consultare il seguente sito per ulteriori dettagli: Office 365 ProPlus.


Le informazioni presenti nel post, sono prese dall’articolo: New Microsoft 365 offerings for small and medium-sized businesses.