Novità 2020 di Microsoft Stream

Oggi ti parliamo di Stream e vediamo assieme tutte le nuove features apportate in questo primo semestre 2020.

Gennaio 2020

PowerApps ♥ Microsoft Stream
Da gennaio 2020, PowerApps supporta l’aggiunta dei video di Stream nella tua app. Consulta i documenti al seguente link: https://docs.microsoft.com/en-us/powerapps/maker/canvas-apps/controls/control-stream-video

Febbraio 2020

Assistenza per gli eventi live di Microsoft 365
Hai bisogno di aiuto per configurare la prossima sessione di training virtuale della tua azienda? Vuoi scoprire tutte le opzioni disponibili per lo streaming live dei broadcast aziendali?

Microsoft ha lanciato una public preview gratuita per i clienti: un nuovo servizio di assistenza agli eventi live per aiutarti a gestirli con successo tramite Teams, Stream o Yammer. Il nuovo servizio ti fornisce assistenza virtuale prima, durante e dopo l’evento, anche su host e presentatori.

Marzo 2020

L’app mobile di Stream ora ti consente di catturare, creare e modificare video direttamente dal telefono. Ora puoi:

  • Fare lo swtich dalla fotocamera posteriore a quella frontale durante la registrazione
  • Commentare i video durante la registrazione
  • Migliorare i video durante la registrazione disegnando, aggiungendo testo, applicando filtri o inserendo emoji ed immagini
  • Registrare più clip, riorganizzarle e tagliarle

Consulta i seguenti link per ulteriori informazioni su registrazione e modifica dei video dal cellulare:

Stream admin mode
Quando la modalità di amministrazione di Stream è attivata, gli amministratori possono gestire i contenuti per conto degli utenti, inclusi contenuti privati o contenuti che normalmente non dispongono delle autorizzazioni per la modifica. Questa nuova opzione di attivazione/disattivazione, sostituisce i precedenti collegamenti “Edit in admin mode”. Ciò consente, inoltre, di effettuare ricerche dalla normale pagina di ricerca per video privati.

Informativa a piè di pagina
In precedenza, quando inserivi una policy aziendale ai video di Stream, veniva visualizzata solo sulla pagina di caricamento. Con questo aggiornamento, la stessa è visibile anche a piè di pagina.

Maggiori info qui: https://docs.microsoft.com/en-us/stream/company-policy-and-consent.

Maggio 2020

Registrazione dello schermo
Crea facilmente nuovi video con lo strumento di registrazione dello schermo basato sul Web. Non devi scaricare nulla: apri l’ultima versione di Edge o Chrome e il portale Stream e dall’elenco a cascata, clicca su Crea e su Registra Schermata.

Puoi utilizzare le opzioni per:

  • registrare qualsiasi finestra o schermo;
  • aggiungere un microfono o un sistema audio;
  • aggiungere una webcam.

Roadmap

Per ora è tutto! Per accedere alla roadmap completa, segui la pagina: https://www.microsoft.com/en-us/microsoft-365/roadmap?filters=Microsoft%20Stream.


Le informazioni presenti al seguente post, sono prese dall’articolo https://docs.microsoft.com/en-us/stream/whats-new-web#may-2020

Video e canali di Microsoft Stream disponibili nelle app canvas

Oggi vi annunciamo la disponibilità di una feature largamente richiesta dagli utenti.
É finalmente possibile mostrare Video e Canali di Microsoft Stream all’interno delle vostre app canvas.

Nell’immagine seguente, vediamo il controllo di Microsoft Stream Video utilizzato in una canvas app.

Video e canali di Microsoft Stream disponibili nelle app canvas

Tenete presente che tutto il contenuto di Stream è autenticato quindi il contenuto video dev’essere condiviso con gli utenti delle vostre app perchè questi ultimi li vedano correttamente.

Per tutti i dettagli, vi rimandiamo alla documentazione ufficiale Microsoft.

Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: Microsoft Stream videos and channels in canvas apps.

Stream e Teams sempre più integrati

Nuova tab di Meetings all’interno di Stream

Stream ed i meeting di Teams sempre più vicini
Due modi per trovare le registrazioni dei Meeting di Teams all’interno di Stream

Oggi vi parliamo di una novità che siamo sicuri piacerà a molti: per chi registra i meeting di Teams, sarà più semplice individuare le registrazioni quando arriva su Stream.
É stata infatti aggiunta una nuova opzione Meeting al menù Contenuto Personale. Lo stesso accade se si utilizza la tab Meeting dal menù Stream.
Sarete in grado di trovare le registrazioni pubblicate o le bozze (che devono essere modificate prima della pubblicazione).

Dovreste già vedere la funzionalità all’interno dell’applicazione poichè il rollout è stato completato i primi di Settembre.

Registrazione dei Meetings
Non a tutti piace l’idea di registrare un meeting.
Per rendere la cosa trasparente e per far sì che tutti i partecipanti sappiano cosa sta succedendo ed abbiano l’opportunità di abbandonare il meeting se non vogliono essere registrati, quando un utente attiva il recording di una riunione Teams, i partecipanti vedranno un banner che li informa che tutto quello che diranno verrà registrato.

Una volta conclusa la riunione, la registrazione viene processata da Azure Media Services ed il risultato, ovvero il file video, viene archiviato su Stream.
La persona che ha avviato la registrazione, è a tutti gli effetti il proprietario del video. Gli altri partecipanti, potranno vederlo una volta caricato su Stream.

Oltre alla cattura del video della riunione, quando Stream genera una trascrizione automatica di una riunione, vengono trascritte le parole dai partecipanti. Si tratta di una delle funzionalità intelligenti di Stream.
Il risultato non è una trascrizione qualsiasi. La trascrizione di Stream è composta da tutte le caption generate nel momento in cui Stream processa un file video. Non è possibile stampare una trascrizione completa o la singola didascalia di un video, a meno che non copiate ed incolliate la caption in un file.
Il proprietario del video, può correggere le caption una volta che Stream ha processato il video. Può scegliere di farlo, ad esempio, se durante la riunione sono stati commessi errori o se la trascrizione automatica non ha funzionato perfettamente.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: Stream and Teams Meetings Get Closer.

Collegare un Form ad un video di Stream

Se in azienda non utilizzate ancora Microsoft Stream in maniera spinta, potreste esservi persi l’introduzione della Interactivity tab.
Come suggerito dal nome, la tab rappresenta un entry point verso l’interazione tra gli utenti proprietari del video e quelli che lo visualizzano. Aggiungendo al video una forma di interazione, come un quiz, una survey o un sondaggio catturate ancor più l’attenzione dello spettatore e potere raccogliere informazioni basate su quanto hanno appena visualizzato.

Infatti, poichè ogni form è legato ad un determinato momento del video, potete avere molteplici form che vengono automaticamente visualizzati in differenti punti. Vi renderete conto di quanto lo strumento sia prezioso in situazioni di tipo learning (ad esempio per quantificare quanto il visualizzatore abbia compreso le tematiche appena affrontate) o per i portali video delle aziende corporate (per raccogliere i feedback dei dipendenti in merito a nuovi programmi o iniziative).

Per ora, solo Forms
Per il momento, Microsoft Forms è l’unica applicazione di cui potete inserire il link all’interno dell’ Interactivity tab.
Ed è un esempio significativo di come Microsoft aggiunga valore a Office 365 collegando diversi componenti in una maniera che non è assolutamente possibile con le tecnologie on-premises.

Qui sotto vediamo un esempio di discussione sul fatto che Tems sia il nuovo Outlook.
Andiamo a vedere come aggiungere un sondaggio al video per verificare se i visualizzatori siano d’accordo con questa affermazione.
Prima di tutto, rechiamoci su Microsoft Forms e creiamo un semplice form.

Come vedrete, viene creata una singola domanda ma è una scelta giusta per non essere troppo invadenti e distogliere l’attenzione del video.

Collegare un Form ad un Video di Stream

Utilizzare l’Interactivity Tab
Utilizzate il pulsante Send all’interno di Forms per generare la URL da convididere con gli utenti.

Recatevi su Stream ed aprite il video all’interno del quale volete pubblicare il collegamento al form.
Trovate il momento esatto in cui volete che venga mostrato il form (potreste sfruttare un momento di pausa tra una discussione e l’altra) e prendete nota del secondo esatto.
Tenete presente che potete inserire i link a molteplici form, la cosa importante è non selezionare la stessa timeline per diversi form e suddividerli uniformemente nel corso del video.

Ora cliccate su Interactivity tab e poi su Add New.
Incollate l’URL del form, dategli un nome ed assicuratevi che il punto sulla timeline sia corretto.
Ora cliccate Add to timeline per creare il collegamento tra il form ed il video.

Collegare un Form ad un Video di Stream

Mostrare un Form all’interno di un video di Stream
Una volta posizionato il link, quando Stream raggiunge il punto impostato della timeline, il video viene messo in pausa e viene richiamata la URL del form.
Il form viene esposto nel frame utilizzato per il video playback (immagine qui sotto).
L’utente può interagire con il form e inviarlo prima di riprendere la riproduzione del video.

Collegare un Form ad un Video di Stream


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: Linking a Form to a Stream Video.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Ormai sono tantissime le aziende che sfruttano funzionalità e potenzialità di Microsoft Teams.
E sicuramente, molte di queste, si staranno chiedendo se esista il modo di effettuare il restore dei dati archiviati su Microsoft Teams.
Prima di tutto, chiariamo il fatto che Teams archivia differenti tipologie di dati in diverse tipologie di servizi o applicazioni.

Teams rappresenta l’hub di collaborazione in cui si incontrano tutti i dati e servizi.
Tutto il lavoro di collaborazione e condivisione con i nostri colleghi in Microsoft Teams si basa sui dati che vengono condivisi o creati. Ecco perchè è importante effettuare il backup di tutti questi dati.

In questo video, vediamo l’architettura logica di Microsoft Teams ed i vari tipi di storage location.

Andiamo ora a vedere cosa può essere ripristinato grazie alla tecnologia Veeam for Microsoft Office 365.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

A questo link, la documentazione ufficiale.

Se date un’occhiata alla documentazione ufficiale, vedrete quali sono gli oggetti e i dati che possono essere ripristinati con Veeam Backup for Office 365.

Il video, invece, vi illustra degli interessanti diagrammi di architettura relativi all’infrastruttura di Microsoft Teams.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Alla base di tutto, vi è l’architettura logica che mostra l’integrazione da e verso Microsoft Teams.
Successivamente, vi è il Data Entity Storage Model che mostra dove Microsoft Teams archivia i vari dati.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Laboratorio
Per sperimentare con Microsoft Teams e Veeam for Office 365, abbiamo impostato un ambiente laboratorio in cui sperimentare effettuare alcuni test.
Inoltre, sono stati impostati dei canali Microsoft Teams al cui interno sono inseriti dei dati che andremo a ripristinare successivamente.

Qui sotto, com’è stato strutturato il tutto.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365
Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Come potete vedere, nell’esempio qui sopra sono stati impostati una serie di canali all’interno del Team chiamato “Veeam Restore Test”.
L’obiettivo è quello di ripristinare il PowerShell Script Files localizzato nel canale “PowerShell Scripts” assieme ai Messaggi di Chat del canale.

Creare il backup Job
Per farlo, dobbiamo prima di tutto creare un Backup Job all’interno di Veeam for Microsoft Office 365.

Perciò forniamo Job Name e Description.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Aggiungiamo il Team “Veeam Restore Test” dai Gruppi.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Specifichiamo quali oggetti includere nel Gruppo “Veeam Restore Test”.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Scegliamo un Backup repository per l’archiviazione dei dati.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Opzionale: scheduliamo il job a seconda delle nostre necessità.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Dopo averlo creato, eseguiamolo.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365
Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Come potete vedere dagli screenshot, per la shared mailbox, ovvero il Team “Veeam Restore Test” è stato effettuato con successo il backup.

Ora siamo pronti per effettuare il restore, vogliamo però specificare una cosa:
al momento non vi sono Microsoft Teams API per effettuare il backup dei metadata di Microsoft Teams. Attualmente l’unico modo possibile per ripristinare i dati di Microsoft Teams è ripristinarli in qualsiasi location e riportarli manualmente in Teams. Non vi è al momento un modo per ripristinare items ed oggetti direttamente su Microsoft Teams.
A questo link, viene discusso questo argomento sul Veeam Community Forums.

Test di Restore
Nonostante questo, andremo a vedere dove potete trovare i vostri dati Microsoft Teams se viene fatto il back-up con Veeam for Microsoft Office 365

Prima di tutto, clicchiamo su latest sharepoint state al di fuori del backup job.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365
Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

In seguito, se vi recate nella Content Library del backup di SharePoint, vedrete i Canali del Team “Veeam Restore Test”.
Se navigate al canale “PowerShell Scripts”, siete ora in grado di ripristinare gli scripts al suo interno.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Ora potete ripristinare lo script PowerShell come un file nel vostro drive locale o in altre location a vostra scelta.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Perciò, a tutti gli effetti, questo è il modo per ripristinare i vostri file archiviati in Microsoft Teams (quindi archiviati su SharePoint) al di fuori del backup.

Potete anche salvare il file direttamente in formato .zip.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Ora, se vogliamo ri-avere i nostri messaggi di chat, dobbiamo verificare l’ultimo stato di Microsoft Exchange al di fuori della console Veeam Backup for Office 365.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Come potete vedere, i messaggi in chat che sono stati in scritti in Microsoft Teams sono archiviati su Exchange server sotto la sezione Conversation History.
La colonna Subject vi mostra dov’è stato scritto il messaggio di chat, ovvero all’interno di che canale.
Potete fare il doppio-click sull’oggetto per vedere il messaggio.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Ora potete scegliere se salvare il messaggio in formato file .msg o esportarlo come file .pst.

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Ripristinare i dati di Microsoft Teams con Veeam for Microsoft Office 365

Conclusioni
Al momento, questo è l’unico modo per effettuare il recovery dei dati al di fuori di Microsoft Teams.
Tra l’altro, dovrete rimpiazzare o ricreare i vostri Teams e i canali ed aggiungere manualmente tutti i restored items ai canali.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: Restore Microsoft Teams data with Veeam for Microsoft Office 365.