In arrivo anche in Italia la copertura per i Microsoft Teams PSTN Calling Plans

Microsoft Teams Calling Plans

Microsoft ha annunciato l’espansione della copertura del Microsoft Calling Plan in altri 6 paesi, a partire dal 1° Ottobre 2020:

1. Austria
2. Danimarca
3. Italia
4. Portogallo
5. Svezia
6. Svizzera

Con la nuova espansione dei piani per le chiamate in questi 6 paesi, Microsoft sarà in grado di offrire il servizio ad un totale di 16 paesi. Al momento, lo sta già fornendo nei seguenti 10:

  • Belgio
  • Canada
  • Francia
  • Germania
  • Irlanda
  • Olanda
  • Porto Rico
  • Spagna
  • Regno Unito
  • USA

E, in questi due tramite partner:

  • Australia
  • Giappone

In generale, le caratteristiche, i piani e le altre specifiche per le chiamate tramite Microsoft rimangono le stesse. È ancora da capire quanto sarà il costo per i servizi di chiamata nazionale ed internazionale.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://techcommunity.microsoft.com/t5/microsoft-teams/new-coverage-to-microsoft-teams-pstn-calling-plans-from/m-p/1626811#.X1Jj_lsSssU.linkedin.

Incorpora pagine SharePoint in Teams come app personali (preview)

Da ora puoi inserire qualsiasi pagina SharePoint nella barra di navigazione a sinistra di Microsoft Teams. Questa nuova feature ti dà l’opportunità di esporre landing page Intranet per soddisfare tutte le esigenze di comunicazione aziendale. Ecco alcuni scenari d’esempio:

  • Aggiunta della pagina di Intranet aziendale, per una facile scoperta di notizie e contenuti;
  • Aggiunta della soluzione Learning Pathways per integrare i percorsi di apprendimento di Microsoft 365 per i tuoi utenti;
  • Aggiunta di “comunicazioni a pagina singola” su argomenti importanti per la tua azienda.

Puoi incorporare qualsiasi pagina SharePoint in Microsoft Teams creando un’app personale Teams e configurando manualmente il setup personalizzato.
Ci sono, però, da tenere presente alcune considerazioni:

  • La funzionalità è attualmente in preview fin quando non verrà rilasciata una soluzione nativa.
  • La destinazione deve essere un sito o una pagina SharePoint: infatti, incorporare siti o pagine classici non è supportato e non funzionerà.
  • Un utente può aggiungere un’app personale dal collegamento APPS in Teams. Per aggiungerla alla barra di navigazione sinistra in Teams, basterà fare click con il tasto destro e selezionare PIN.
  • Gli amministratori possono distribuire e aggiungere un’app per tutti gli utenti (o quelli target) dal centro di amministrazione di Microsoft Teams.
  • Esistono alcune lacune nell’esperienza utente, che Microsoft sta cercando di colmare in una soluzione integrata e futura:
    • Non esiste navigazione nativa, intestazione o piè di pagina nelle pagine incorporate.
    • La ricerca avviata da Teams restituirà risultati da quest’ultimo, non risultati dal sito incorporato.
    • Non è possibile creare contenuti (notizie, pagine, liste o librerie) in Teams. Puoi creare contenuti dal sito di SharePoint utilizzando un browser o un’app mobile.
    • La funzionalità di commento della pagina non è disponibile dalle pagine di SharePoint quando sono esposte in Microsoft Teams.
  • Tutti gli utenti che accedono alla pagina incorporata di SharePoint dovranno disporre dell’autorizzazione di lettura per accedervi.
  • Se un tenant, il nome del sito o della pagina di SP o l’URL vengono modificati, il manifesto dell’app personale di Teams dovrà essere aggiornato.
  • Se vengono apportate modifiche al modello di “blocco” per le pagine o i siti SP, potrebbe essere necessario eliminare le app personali esistenti e ridistribuirle.

Importante: trattandosi di una preview, Microsoft si riserva il diritto di apportare modifiche al modello, il che potrebbe richiedere di eliminare le app esistenti e di ridistribuirle con una soluzione aggiornata. Le modifiche al percorso di integrazione non richiedono l’eliminazione o la ricreazione del sito o della pagina di SP di destinazione.

Come incorporare siti e pagine di SharePoint in Microsoft Teams con App Studio
Utilizzeremo i seguenti tag nei passaggi sottostanti, che dovrai aggiornare in base alla pagina o al sito che desideri incorporare in Teams:

  • [domainUrl] – Root URL del dominio
    • Esempio: contoso.sharepoint.com
  • [pageUrl] – Pagina, che dovrebbe essere visualizzata nella scheda relativa alla root del tenant
    • Esempio – /sites/theperspective/SitePages/Home.aspx

Suggerimento: Se desideri creare degli esempi per dimostrare questa integrazione, puoi utilizzare il servizio https://lookbook.microsoft.com per creare app e pagine prova nel tuo tenant.

Dovrai utilizzare App Studio, o un altro editor, per creare il file manifest di Teams con gli URL necessari per le tue pagine di SharePoint. Ecco i passaggi da seguire:

  1. Apri Microsoft Teams.
  2. Accedi al Teams store facendo click su App in basso a sinistra.

3. Usa la casella di ricerca per trovare App Studio.

4. Installa o apri App Studio

5. Apri App Studio.
6. Passa alla scheda Editor manifest.
7. Clicca su Create a new app.
8.Fornisci le informazioni sull’app richieste nel modulo.

Per esempio:

  • Short name – Intranet aziendale [usa qualcosa di descrittivo che rispecchi il tuo scenario]
  • Full name – Contoso Intranet
  • Clicca su Generate per creare un ID app univoco e casuale
  • Package Name – com.contoso.portal.app – Usa un valore univoco per il tuo ambiente
  • Version – 1.0.0
  • Description – la mia prima applicazione Intranet
  • Full description – La mia fantastica applicazione intranet per incorporare SharePoint in Teams
  • Developer Information – Name – Il tuo nome
  • Developer Information – Website – Il tuo sito, il sito dell’azienda o qualunque sito tu preferisca
  • Partner information – puoi lasciarlo vuoto
  • App URLs – Queste potrebbero essere pagine del tuo portale, ma puoi randomizzare il valore per questo tutorial
  • Terms of use – Anche questa potrebbe essere una pagina del portale, ma utilizziamo un valore casuale in questo tutorial
  • Branding – Questi sono visibili sulla barra dell’app (navigazione a sinistra) e nell’interfaccia utente dell’installazione dell’app. Puoi lasciarli così come sono per il tutorial, ma ti consigliamo assolutamente di aggiornarli per la tua configurazione futura
  • Consulta le indicazioni sul branding per le impostazioni di immagine e profilo nella documentazione ufficiale di Microsoft Teams

9. Passa alle schede sotto la voce Capabilities.

10. Fai click su Add sotto Add a personal tab

11. Compila i dettagli della Personal tab in base alla tua configurazione

  • Name– Intranet
  • Entity ID– 19991 (utilizza un numero casuale)
  • Content URL – https://[domainUrl]/_layouts/15/teamslogon.aspx?SPFX=true&dest=[pageUrl]
  • Aggiorna l’URL in base ai dettagli del tuo tenant.
    L’URL d’esempio è contoso.sharepoint.com/_layouts/15/teamslogon.aspx?SPFX=true&dest=/sites/theperspective/SitePages/Home.aspx”
  • L’URL dovrà essere codificato per evitare problemi di accesso su diversi dispositivi.
  • Website URL – puoi lasciare questo valore vuoto.

12. Passa a Domains and Permissions sotto Finish

13. Assicurati che Domains from your tabs contenga il tuo dominio.
– Esempio di valore di dominio: contoso.sharepoint.com

14. Aggiorna AAD App ID come 00000003-0000-0ff1-ce00-000000000000

15. Inserisci il tuo domain URL nel valore Single-Sign-On
– Valore di esempio: https://contoso.sharepoint.com

16. Passa a Test and distribute sotto Finish.

17. Installa la soluzione cliccando su Install
– Ciò consentirà di testare la configurazione e convalidare l’installazione della soluzione

18.Fai click su Add per installare l’applicazione per l’uso personale da App Studio.

19. Verifica che l’applicazione funzioni in base ai tuoi obiettivi, sia sulla versione Web che desktop.

Puoi modificare le impostazioni tornando su App Studio e modificando il manifest usando Manifest Editor.

Inoltre, puoi distribuire l’app a tutti gli utenti, o a utenti target, scaricando il manifest (sempre da App Studio) e pubblicandolo nel catalogo delle app nell’interfaccia di amministrazione di Teams.

Importante: per distribuire questa soluzione agli utenti nel tenant, devi disporre delle autorizzazioni sufficienti per distribuire app all’ interno del catalogo di Microsoft Teams.

Esempio di manifest della soluzione

Se scarichi il solution file da App Studio e vedi la configurazione dettagliata del file manifest, esso si presenterà così, per consentirne il corretto funzionamento in modalità web e desktop.

JSONCopy

{
    “$schema”: “https://developer.microsoft.com/en-us/json-schemas/teams/v1.6/MicrosoftTeams.schema.json”,
   “manifestVersion”: “1.6”
“version”: “1.0.0”,
    “showLoadingIndicator”: false,
“id”: “7ad6f150-cba8-4c39-81ce-c4da8e4100d9”,
“packageName”: “com.contoso.portal.app”,
“developer”: {
“name”: “Portal App”,
        “websiteUrl”: “https://www.contoso.com”,
        “privacyUrl”: “https://www.contoso.com/privacy”,
        “termsOfUseUrl”: “https://www.contoso.com/temsofuse”
    },
    “icons”: {
        “color”: “color.png”,
        “outline”: “outline.png”
    },
    “name”: {
        “short”: “Portal App”,
        “full”: “Our modern portal”
    },
    “description”: {
        “short”: “My first portal application”,
        “full”: “My awesome portal application to embed modern SharePoint to our Teams setup”
    },
    “accentColor”: “#FFFFFF”,
    “staticTabs”: [
        {
            “entityId”: “19991”,
            “name”: “Portal”,
            “contentUrl”:
https://contoso.sharepoint.com/_layouts/15/teamslogon.aspx?SPFX=true&dest=/sites/theperspective/SitePages/Home.aspx”,
            “scopes”: [
                “personal”
            ]
        }
    ],
    “permissions”: [
        “identity”,
        “messageTeamMembers”
    ],
    “validDomains”: [
        “m365pnp.sharepoint.com”
    ],
    “webApplicationInfo”: {
        “id”: “00000003-0000-0ff1-ce00-000000000000”,
        “resource”: “https://contoso.sharepoint.com”
    }
}

Controllo della visibilità delle app in Microsoft Teams
Puoi pubblicare l’app in modo che sia visibile a tutti gli utenti del tenant, come impostazione predefinita, utilizzando i criteri di configurazione dell’app nell’interfaccia di amministrazione di Teams. Ciò ti fornisce le opzioni per controllare quali app siano visibili a quali utenti.
NOTA: i criteri dell’app non si applicano agli ospiti del tenant.

Per maggiori informazioni consulta i seguenti link:


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://docs.microsoft.com/en-us/sharepoint/dev/features/embed-pages-to-teams.

Finalmente disponibile la nuova tab Visio su Teams!

Ad inizio 2020, Microsoft aveva introdotto la possibilità di creare nuovi diagrammi di Visio dall’app Teams. Per rendere l’esperienza ulteriormente performante, è stata inserita una tab apposita che ti permette di accedere e gestire facilmente i file Visio di cui hai bisogno o con cui interagisci di più.

La tab consente ai membri del team di avere a portata di mano servizi e contenuti in uno spazio dedicato all’interno di un canale o in una chat, e di lavorare direttamente con strumenti e dati.

Potrai aggiungere più tab facendo clic su Aggiungi una scheda nella parte superiore del canale o della chat.

Puoi creare una scheda da qualsiasi file Visio presente in Teams con un solo click. Inoltre, puoi caricare un file esistente su un canale o crearne uno nuovo dall’interno di Teams.

Visio può aiutarti in diversi modi ed è adatto a tutti i settori industriali. Ecco alcuni esempi:

  • Aumenta la produttività durante la co- creazione di un diagramma in tempo reale: i diagrammi di Visio, generalmente, sono il frutto di lavori a più mani. Inserendo il diagramma come tab, sei sicuro che i coautori siano in grado di accedere e modificare rapidamente il grafico quando e dove necessario, senza perdere tempo a cercare il file.
  • Tieni a portata di mano i processi importanti: le organizzazioni, spesso, dispongono di processi interni che devono essere seguiti alla perfezione. Ora, potrai aggiungerli come schede in un canale Teams per consentire ai dipendenti di consultarli facilmente in qualsiasi momento, da tutti i dispositivi. I diagrammi possono anche essere modificati in tempo reale con una licenza Visio Plan 1 o Plan 2, con modifiche immediatamente disponibili per gli altri.
  • Muoviti rapidamente: convertendo il diagramma in una tab di Teams, consenti ai membri di accedere rapidamente, rivedere, aggiungere commenti e conversare.
  • Semplifica il processo di brainstorming e iterazione: i diagrammi richiedono, tipicamente, diverse iterazioni. Infatti, gli input, arrivano da diverse fonti e parti interessate. Ora puoi semplificare il processo di revisione offrendo a tutti gli stakeholder un accesso ai grafici semplice e veloce.

L’aggiunta della tab può essere fatta da tutti gli utenti di Teams, ma la modifica è disponibile solo per coloro che hanno un abbonamento a Visio Plan 1 o Plan 2.
Contattaci subito per acquistare la licenza o sottoscrivere una trial gratuita di 30 giorni!!

e informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: Visio as a tab in Microsoft Teams is generally available.

Perchè il back up di Teams è così difficile?

Vista la recente crescita dell’utilizzo di Teams, sono arrivate, da parte degli utenti, diverse richieste relative alla protezione dei dati.
I motivi per cui potresti voler eseguire il backup di un servizio cloud includono:

  • Protezione di dati critici dalla perdita causata da un attacco esterno (inclusi ransomware e altri malware).
  • Amministratori non autorizzati che rimuovono o alterano le informazioni.
  • Spostamento di copie dei dati in repository esterne per garantire che le persone possano lavorare se il servizio cloud non è disponibile per un lungo periodo.

Questi sono i motivi che più tipicamente vengono citati per gli ambienti on-premise. Nel cloud, le cose sono diverse perché generalmente non si ha lo stesso livello di accesso ai dati delle infrastrutture locali.

Nessun backup in Office 365
A parte SharePoint Online, Microsoft non esegue il backup dei servizi di Office 365 ma si affida alla sua tecnologia per proteggere i dati.
Quindi, se vuoi configurare un backup, devi utilizzare un servizio di terze parti. Ve ne sono diversi disponibili: i backup per Exchange Online e SharePoint Online hanno radici nella tecnologia on-premise e i metodi per spostare i dati all’interno e all’esterno delle cassette postali e dei siti sono ben noti ed acquisiti. Le API, sebbene mai progettate per i backup su cloud, sono disponibili e funzionanti, almeno fin quando non tiriamo in ballo le etichette di sensibilità e il contenuto crittografato (questa è un’altra storia).

Teams è un’app cloud
A differenza di Exchange e SharePoint, Teams è un prodotto esclusivamente cloud. Non esiste una versione locale e nessuno ha mai sviluppato interfacce di backup per lo strumento. E, soprattutto, è basato su servizi di Office 365 e Azure. Il ripristino di una casella postale è semplice rispetto alla ricostruzione di un team completa di tutti i suoi canali, schede, conversazioni, riunioni ecc.

Reclami dai backup vendors
Alcuni vendor sostengono che i loro prodotti supportino anche Microsoft Teams, affermando che basti copiare i record di conformità di quest’ultimo, archiviati nelle caselle postali di gruppo e personali di Exchange Online. Sebbene sia possibile, questo non è un backup.
Scopriamo i due motivi principali:

  1. I record di conformità sono progettati per acquisire comunicazioni per l’eDiscovery e l’uso della conformità: non sono copie vere dell’originale perché mancano alcuni elementi dei messaggi di Teams, come le reazioni.
  2. Non esiste alcuna API che ripristini i messaggi di conformità in una conversazione su un canale Teams o in una chat personale. È possibile leggere i record e utilizzare le chiamate dell’API Graph per scrivere nuovi messaggi nelle conversazioni e nelle chat, ma questo non è un vero ripristino perché questi elementi sarebbero datati in modo diverso rispetto all’originale e non avrebbero tutti i dati non copiati nei record.

Il secondo approccio (meno comune) è utilizzare l’API di migrazione beta di Teams per eseguire il backup. L’API non è stato sviluppato ed esistono molti problemi: il più evidente è l’incapacità di gestire le chat personali.

Mancata gestione di tutti i dati di Teams
Sia l’API di migrazione che i backup basati su Exchange, non tengono conto dell’ampio spettro di dati interconnessi di Teams. La copia di una parte di informazione protegge tali dati, ma questi potrebbero essere inutili se altri dati connessi non vengono copiati e resi disponibili.

La Tabella seguente elenca alcune delle risorse connesse utilizzate da Teams. Non è un elenco definitivo e potrebbero essere necessarie altre informazioni (come quelle di OneNote) per creare una copia completa. Lo scopo dell’elenco è di illustrare l’ampia gamma di dati utente e di sistema in utilizzo da Teams. Se desideri eseguire il backup, è necessario comprendere quali di questi vengono utilizzati nel tuo tenant: una volta scoperto, puoi capire come risolvere il problema.

Dati di TeamsPosizioneSituazione Backup
Messaggi di chat personali e di gruppoAzure CosmosDB.Nessuna API di backup disponibile.
Conversazioni dei canaliAzure CosmosDB.Nessuna API di backup disponibile.
GIF utilizzate nei messaggi di Team.Teams CDN.Nessuna API di backup disponibile.
Documenti condivisi in chat personali e di gruppoOneDrive for Business.Backup con OneDrive for Business.
Documenti condivisi nei canali Teams (File).Raccolte di documenti e cartelle nei siti di SharePoint OnlineBackup con SharePoint Online.
Canali privatiSet separato di siti di SharePoint Online.Backup con SharePoint Online (se il prodotto di backup copia questi siti)
E-mail inviate ai canali Teams tramite connettore.Azure CosmosDB e SharePoint OnlineBackup con SharePoint Online (non viene eseguito il backup dei messaggi inviati ai canali).
Messaggi inviati ai canali tramite connettori di Office.Azure CosmosDB.Nessuna API di backup disponibile.
Calendario di Teams.Cassette postali di utenti e gruppi (Exchange Online)Backup con dati Exchange Online.
Registrazione delle riunioni di TeamsStream.Nessuna API di backup Stream disponibile.
Teams WikiSharePoint Online. 
Record di conformità di TeamsCassette postali Exchange OnlineBackup con dati Exchange Online.
PlannerAzureNessuna API di backup di Planner disponibile.
Dati di audit di TeamsRegistro di controllo di Office 365.Può essere estratto con Search-UnifiedAuditLog (PowerShell).
App di terze parti.Teams app store e repository di terze parti.Responsabilità delle app di terze parti.
Appartenenza ai team e grouo objectAzure Active Directory.È possibile eseguire il backup leggendo le informazioni da Azure AD (l’appartenenza ai canali privati di Teams non è in Azure AD)
Politiche e impostazioni di TeamsAzure.È possibile eseguire il backup di alcuni dati leggendo i criteri e le impostazioni con PowerShell.
Dati di utilizzo di Teams.Microsoft Graph.Può essere letto da Graph.
Whiteboard usata durante le riunioniServizio Microsoft Whiteboard.Nessuna API di backup disponibile.

In alcuni casi, una soluzione alternativa potrebbe compensare la mancanza di un’API di backup. Ad esempio, è possibile scaricare tutti i video da Stream e copiarli su un sito di backup, o utilizzare l’API Graph per copiare i Plans e così via. Il problema con le soluzioni alternative è che spesso mancano di automazione e capacità di ridimensionamento.

Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://office365itpros.com/2020/06/10/teams-difficult-backup/amp/

Come monitorare le presenze degli studenti su Teams for Education

Come tutti sappiamo, durante l’emergenza COVID-19, le scuole sono state chiuse, favorendo il passaggio dall’istruzione in aula a quella online. Molti istituti si sono affidati a Microsoft Teams for Education quale piattaforma per gestire le attività di apprendimento scolastico. In questa situazione, però, gli insegnanti avevano bisogno di monitorare le presenze degli studenti in maniera facile e veloce.

L’app Attendance su Teams for Education consente agli educatori di controllare la partecipazione e generare semplici report, senza dover passare ad un altro strumento.

L’applicazione è stata creata utilizzando Power Apps, mentre i rapportini delle presenze vengono generati utilizzando Power Automate. I dati non elaborati sulla partecipazione sono disponibili nelle liste di SharePoint e possono essere facilmente visualizzati mediante strumenti di reporting e visualizzazione dei dati come Power BI.

L’app è disponibile su GitHub e può essere estesa o personalizzata per soddisfare le peculiari esigenze delle scuole.

Di seguito alcune delle caratteristiche principali:

  1. I professori possono prendere nota e salvare le presenze degli studenti.
  2. L’elenco degli studenti della classe viene compilato automaticamente dai gruppi di Office 365.
  3. Gli insegnanti possono andare modificare le presenze entro 30 giorni.
  4. I professori possono generare report sulle presenze e ottenere la percentuale di lezioni a cui uno studente ha partecipato.
  5. Gli insegnanti possono generare report specifici sullo studente, per ottenere le date in cui quest’ultimo era presente o assente ad una determinata lezione.

Nell’immagine qui sotto, la tab “Take Attendance”:

Come vedete dallo screen, vi sono tre sezioni:

  1. Campi di input: in cui l’insegnante seleziona una classe, inserisce l’ora di inizio e di fine e l’elenco degli studenti (attraverso i gruppi di Office 365).
  2. Metriche riepilogate: mostrano le metriche per un riferimento immediato, come il numero totale di studenti, il numero dei presenti o degli assenti, ecc.
  3. Elenco studenti: dove l’insegnante segna la frequenza.

Un’altra tab presente all’interno di Teams è l’Historic Attendance, che consente agli educatori di generare semplici report di frequenza di una classe, selezionando l’intervallo di date desiderato: tutto ciò aiuta a rispondere a domande semplici come il numero o la percentuale di lezioni frequentate da uno studente, l’elenco delle date in cui era assente per una classe specifica, ecc.

Anche questa tab comprende tre sezioni:

  1. Campi di input: in cui l’insegnante seleziona la classe e l’intervallo di date desiderato per il report.
  2. Metriche riepilogate: mostrano le metriche per un riferimento immediato, come le classi totali tenute.
  3. Report: fornisce il numero e la percentuale di lezioni a cui lo studente era presente, assente, in ritardo, scusato. I report, poi, vengono esportati su OneDrive.

Per installare l’app ti basta seguire i seguenti passaggi:

  1. Crea un team con i membri dello staff, e rendilo un gruppo abilitato alla sicurezza permettendo la condivisione dell’app con qualsiasi membro aggiunto al team.
  2. Crea un elenco di SharePoint (automatizzato attraverso Power Automate).
  3. Installa Attendance Power Apps e Power Automate zip, e connetti SharePoint, Office 365 e OneDrive.
  4. Aggiungi Power Apps a Teams ed inizia.

L’app Attendance utilizza i seguenti connettori:

  • SharePoint per salvare e leggere i dati da una lista.
  • Power Automate per elaborare i record degli studenti dalla lista di SharePoint ed esportare il file CSV su OneDrive.
  • Office 365 Groups per leggere l’elenco dei membri.
  • Office 365 Users per leggere le informazioni sul profilo utente.
  • OneDrive per posizionare le informazioni esportate.

Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://techcommunity.microsoft.com/t5/microsoft-teams-blog/taking-class-attendance-on-teams-for-education/ba-p/1472549