Category Archives: PowerApps

App gratuita di approvazione trasferte su PowerApps

App gratuita di approvazione viaggi da Microsoft works su PowerApps

Microsoft ha rilasciato alcuni template che possono essere utilizzati per le operazioni di ogni giorno.
Una di queste è la Travel app.

La gestione delle trasferte è un elemento cruciale delle operazioni di business.
Questa soluzione permette ai dipendenti di effettuare facilmente richieste di trasferta sia da desktop che da dispositivo mobile utilizzando PowerApps.
Le richieste sono poi automaticamente inoltrate al manager di riferimento e al dipartimento per l’approvazione utilizzando Flow.
I manager possono anche accedere ai report di Power BI relativi alle richieste di trasferta per verificare lo stato attuale delle stesse e gestire i budget.

Testate subito i template scaricabili.


Le informazioni presenti a questo post, sono prese dall’articolo: Free Travel Approval App from Microsoft works on PowerApps.

Aggiungi, sposta campi e comandi su un form utilizzando le funzionalità di drag&drop e taglia-incolla

È ora possibile aggiungere e spostare facilmente campi e controlli in un punto esatto.
Potete farlo direttamente dal form preview: vedrete all’istante come il form apparirà agli utenti finali. Sono state infatti aggiunte due nuove funzionalità al nuovo form designer: drag-drop e taglia-incolla.
Combinate con la preview live WYSIWYG del form, queste nuove feature forniscono un significativo aumento della produttività.

Il form designer classico includeva già il supporto drag-drop, ma spesso riscontrava problemi che andavano ad influenzare negativamente la produttività.
Il puntatore del drop era poi una linea molto sottile che risultava difficile da vedere quando gli elementi venivano rilasciati velocemente.
Il form designer classico vi permetteva anche di spostare campi e controlli utilizzando i tasti freccia ma questo si traduceva in molteplici click che possono avere un comportamento diverso da browser a browser.

Il nuovo WYSIWYG form designer include molte funzionalità che migliorano la produttività e rispondono a molte problematiche riscontrate dai cosiddetti makers all’interno del classico form designer.
Con l’aggiunta del supporto drag-drop ed la possibilità di effettuare il taglia-incolla, aggiungere e spostare campi e controlli è veloce, facile ed intuitivo. Per aggiungere campi e controlli, i makers possono trascinarli dal pannello sulla sinistra e rilasciarli all’interno del form preview nel punto desiderato. Per spostare campi e controlli già presenti sul form, i makers possono effettuare il drag-drop o tagliarli e incollarli da un posto all’altro mentre mantengono le impostazioni delle proprietà aggiornate. I puntatori di drop sono più grandi e visibili chiaramente: questo vi permette di aumentare la velocità del processo di authoring.

I creatori di forms, possono trascinare un campo dal pannello e rilasciarlo all’interno del form preview nel punto esatto che desiderano.
La sezione sagomata per il rilascio appare sia sopra che sotto ai campi già presenti nel form.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla
Nell’immagine qui sopra, la funzionalità di drag-drop in azione

I creatori del forms, possono anche rilasciare i campi all’interno di una section (spazio vuoto e bianco nella sezione).
In questo caso, l’intera sezione verrà evidenziata ed il campo aggiunto nella location di default a seconda di quanto determinato dalla sezione stessa.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla
Aprite la gif per vedere la funzionalità in azione

I creatori possono trascinare una sezione dal pannello e rilasciarla all’interno del form preview nel punto esatto in cui desiderano.
La finestra sagomata appare sia sopra che sotto alle sezioni già presenti nel form.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

I creatori possono inoltre rilasciare una sezione all’interno di una tab (spazio vuoto e bianco in una tab). In questo caso, l’intera tab verrà evindenziata e la sezione aggiunta alla location di default a seconda di quanto determinato dalla tab stessa.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

Inoltre, è possibile trascinare una control tab dal pannello e rilasciarla all’interno del form preview nel punto esatto che desiderano.
La finestra sagomata apparirà nell’area tab header sia sopra che sotto alle tab già presenti nel form.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

È poi possibile rilasciare i control tab all’estremità sinistra o destra del tab corrente.
Quest’operazione farà sì che venga aggiunta una nuova tab prima o dopo quella già presente.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

Passando sopra l’intestazione di una tab quando state trascinando un campo o una sezione, cambierà la tab attualmente selezionata, permettendo ai creatori di aggiungere il campo o la sezione ad una tab piuttosto che a quella attualmente selezionata.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

I creatori possono anche spostare campi, sezioni e tab che sono già presenti sul form utilizzando il drag and drop.

Per spostare un campo, cliccate dovunque sul campo ed iniziate l’azione di trascinamento.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

Per spostare una sezione, potete cliccare sull’etichetta della sezione o sullo spazio vuoto all’interno della sezione ed iniziare l’azione di trascinamento.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

Per spostare una tab, potete cliccare sulla sua intestazione ed effettuare l”azione di trascinamento.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

È anche possibile effettuare operazioni di taglia-incolla per spostare campi, sezioni e tabs.
– selezionate il campo, la sezione o la tab che volete spostare
– nella barra dei comandi, selezionate la voce Cut
– scegliete il punto in cui incollare l’elemento tagliato
– nella barra dei comandi, selezionate la voce Paste

Spostare un campo utilizzando il cut-paste before
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

L’azione paste, posiziona l’elemento incollato dopo l’elemento selezionato.
Utilizzate l’azione Paste before se volete inserire l’elemento prima di quello selezionato.
Questa possibilità risulta particolarmente utile quando volete incollare un elemento in testa alla colonna.
– selezionate il campo, sezione o tab che volete spostare
– nella barra dei comandi, selezionate la voce Cut
– selezionate il punto in cui incollare l’elemento tagliato
– nella barra dei comandi, cliccate sul simbolo vicino alla voce Paste e, dal menù, selezionate la voce Paste before.

Spostare una sezione in cima ad una colonna utilizzando l’azione cut-paste before
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

Quando aggiungete o spostate campi o comandi, tenete bene a mente che il form preview è responsive e potrebbe renderizzare diverse colonne come sovrapposte.
Per assicurarvi che l’elemento aggiunto o spostato sia nella colonna corretta, rilasciatelo o incollatelo ancorato ad un elemento già presente in quella colonna.

Qui sotto un esempio in cui due sezioni di colonna, ognuna delle quali con tre campi, sono renderizzate come sovrapposte dando l’impressione di essere un’unica colonna.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

Rilasciare un campo ancorato all’ultimo campo nella prima sezione della colonna, assicura il suo posizionamento nella prima sezione della colonna.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

Rilasciare un campo ancorato al primo campo nella seconda sezione della colonna, assicura il suo posizionamento nella seconda sezione della colonna.
Aggiungi e sposta campi e comandi su un form utilizzando il drag-drop ed il copia-incolla

Per istruzioni step-by-step dettagliate sull’aggiunta e spostamento di campi, sezioni e tab, fate riferimento ai seguenti articoli.

Con questo aggiornamento, Microsoft rende il nuovo form designer l’impostazione di default su PowerApps.
Vi basterà infatti cliccare sul nome di un form e vi si aprirà il form per il authoring all’interno del nuovo form designer.

Qui sotto alcune funzionalità che attualmente non sono attive ma faranno parte di un futuro update.
– scorciatoie da tastiera per il taglia-incolla.
– scrolling automatico del form quando trascinate un elemento all’estremità del form.


Le informazioni presenti a questo post, sono prese dall’articolo: Easily add and move fields and controls on a form using drag-drop and cut-paste.

PowerApps: nuove proprietà dello schermo per canvas app responsive

Se avete iniziato a creare app canvas responsive creando dimensioni e formule di posizionamento, sarete felici di sapere che Microsoft ha aggiunto alcune proprietà che potrebbero semplificare le vostre formule responsive per alcune situazioni comuni.

L’aggiunta di queste proprietà non cambierà alcun comportamento di default delle vostre app canvas; sono funzionalità opzionali che potete decidere o meno di utilizzare.

Usare le nuove proprietà dello schermo per canvas app responsive
Aprite la gif per vedere le canvas app responsive in azione

Orientamento dello schermo
La nuova proprietà Screen Orientation, vi dice l’attuale orientamento del dispositivo o finestra in cui è in esecuzione la vostra app: Layout.Vertical o Layout.Horizontal.

È particolarmente utile se intendete personalizzare la vostra app experience a seconda dell’orientamento che desiderate.
Supponete di avere un comando che volete occupi la metà alta dello schermo su un dispositivo con orientamento portrait oppure la metà sinistra dello schermo in orientamento landscape.

Potete impostare le proprietà del comando con queste formule:
X: 0
Y: 0
Width: Parent.Width * If(Parent.Orientation=Layout.Vertical, 1.0, 0.5)
Height: Parent.Height * If(Parent.Orientation=Layout.Vertical, 0.5, 1.0)

Dimensione dello schermo
Le nuova proprietà Screen Size vi dice la dimensione approssimativa del dispositivo o finestra.
La grandezza è un intero positivo; potete utilizzare lo ScreenSize type nelle vostre formule per la leggibilità: Small (1), Medium (2), Large (3) ed ExtraLarge (4).
Con le impostazioni di default per le app breakpoints (come spiegheremo in seguito), queste quattro dimensioni corrispondono indicativamente ad un telefono, un tablet tenuto verticalmente, un tablet tenuto orizzontalmente ed un monitor per un computer desktop.

Potete prendere decisioni sul layout della vostra app basandovi sul valore della proprietà Size.
Ad esempio, potete impostare un comando con proprietà Visible a questa formula se volete nascondere il comando su un dispositivo di grandezza pari ad un telefono ma mostrarlo su altri device:

Parent.Size >= ScreenSize.Medium

Impostate la proprietà Width di un comando a questa formula se volete che il comando occupi una differente frazione dello schermo o schermi di differenti dimensioni:

Parent.Width *
Switch(Parent.Size,
ScreenSize.Small, 0.5,
ScreenSize.Medium, 0.3,
0.25)

Breakpoints personalizzati
La proprietà Size dello schermo è calcolata mettendo in relazione la proprietà Width dello schermo con i valori della proprietà SizeBreakpoints.
Questa proprietà è una tabella composta da una singola colonna di numeri che indica la larghezza dei breakpoint che separa i possibili valori delle proprietà Size dello schermo.

In un’app canvas creata per tablet o web, i valori di default nella proprietà SizeBreakpoints dell’app sono 600, 900, 1200.
Poichè un’app canvas creata per un telefono utilizza coordinate che sono effettivamente doppie rispetto alle coordinate usate in altre app, i valori di default nella proprietà SizeBreakpoints per quel tipo di app sono 1200, 1800, 2400.

Usare le nuove proprietà dello schermo per canvas app responsive

Se necessario, potete personalizzare i breakpoints per le vostre app cambiando i valori nella sua proprietà SizeBreakpoints.
Nella visuale ad albero selezionate App, poi SizeBreakpoints dalla lista delle proprietà ed in seguito modificate i valori nella barra delle formule.

Usare le nuove proprietà dello schermo per canvas app responsive

Potete creare più di tre breakpoints ma solo le dimensioni tra 1 e 4 hanno un valore corrispondente chiamato ScreenSize.
Nelle vostre formule, potete fare riferimento alle dimensioni oltre ExtraLarge dal loro numero (5, 6 e successivi).
Potete inoltre impostare meno di 3 breakpoints: ad esempio, se avete bisogno solo di tre dimensioni (due breakpoint), le dimensioni possibili dello schermo saranno Small, Medium e Large.

Feedback
Microsoft continuerà a migliorare l’esperienza di rendere le canvas app responsive ed aggiornerà la documentazione relativa alla creazione di layout responsive.

Come sempre, sentitevi liberi di rilasciare i vostri feedback e commenti all’interno della community utilizzando l’hashtag #ResponsiveLayout.


Le informazioni presenti a questo post sono prese dall’articolo:Use new screen properties for responsive canvas apps.

PowerApps: scelte da effettuare quando utilizzate lo strumento

Microsoft PowerApps e la power platform

1. PowerApps e la Power Platform
PowerApps, Power BI e Flow, assieme, compongono la cosiddetta Power Platform.
Microsoft sta promuovendo la Power Platform sempre di più e, sempre di più, come un tutt’uno. Questi tre servizi, infatti, forniscono gli strumenti necessari a gestire il “nuovo” mondo del lavoro in cui i dati la fanno da padroni e rappresentano le basi di qualsiasi processo aziendale.

– Potete visualizzare ed analizzare i dati con Power BI;
– Potete agire e modificare i dati con PowerApps;
– E potete automatizzare alcuni processi con Flow.

Non è sempre questo l’ordine ma la logica strutturale nell’utilizzo delle app è la medesima.
Per maggiori dettagli sul posizionamento della Power Platform, vi rimandiamo all’articolo:
The Microsoft Power Platform.

Prime scelte con PowerApps

PowerApps è quindi una piattaforma di sviluppo per app mobile e web. Permette ai cosiddetti citizen developers di effettuare operazioni e raggiungere funzionalità che erano in precedenza nelle mani soltanto degli sviluppatori di alto livello.

Prime scelte con PowerApps

2. PowerApps – procedure guidate
Il modo più semplice per creare un’app con Powerapps è di seguire le procedure guidate, a partire dalla sorgente dati.

Seguiamo 3 passaggi:
1. Possiamo iniziare, ad esempio, da una lista SharePoint che archivia gli interventi di consulenza.
Prime scelte con PowerApps

2. In seguito clicchiamo su “create an apps” nel menù di PowerApps
Prime scelte con PowerApps

3. Rechiamoci ora all’interno di PowerApps studio in cui il sistema ha generato un’app canvas completamente funzionale.
Prime scelte con PowerApps

Queste sono le scelte di default che celano un più vasto set di configurazioni disponibili, opzioni e scelte architetturali disponibili con PowerApps.
Vediamole insieme.

Prima scelta: quale ambiente?
Avete quattro strumenti o ambienti disponibili con cui lavorare su PowerApps, ognuno dei quali con i suoi ruoli e le sue funzionalità.

Prime scelte con PowerApps

Il sito di PowerApps è il punto di ingresso al servizio PowerApps. Da qui, potrete creare una nuova app o gestire quelle esistenti.

Prime scelte con PowerApps

Troverete inoltre diversi template che possono darvi alcune idee di utilizzo ed esempi su come codificare alcune azioni in PowerApps.

PowerApps Studio (il cui URL segue il seguente percorso .create.powerapps.com in cui la regione corrisponde ad EU per l’Europa o US per gli Stati Uniti) è l’ambiente di design in cui potete parametrizzare le app ed adattarle a specifiche esigenze di business.

Prime scelte con PowerApps

PowerApps admin center admin.powerapps.com vi permette di creare e gestire ambienti, ruoli degli utenti e strategie di DLP (Data Loss Prevention).
Da qui, potete ottenere una lista delle licenze utente presenti nel tenant.

Prime scelte con PowerApps

PowerApps mobile app è disponibile su mobile (iOS, Android) e tablets (Windows 10). Su queste tre piattaforme, avrete un ambiente runtime in cui poter eseguire tutte le vostre app PowerApps: quelle create da voi e quelle con voi condivise da altri.

Prime scelte con PowerApps

Seconda scelta: che tipo di applicazione?
Prime scelte con PowerApps

Vi sono due tipologie principali di app che potete creare con PowerApps:

Canvas apps
Model driven apps

Prime scelte con PowerApps

Le Canvas apps vi permettono di organizzare liberamente e facilmente l’interfaccia, posizionando campi e controlli all’interno di una user experience “pixel-perfect”.
L’idea di Microsoft, per le canvas app, era quella di permettere alla vostra creatività e conoscenza di business di prendere il sopravvento e guidare il design delle applicazioni.
Le canvas apps sono pensate per app leggere che possono essere create ed utilizzate in pochi minuti.

Prime scelte con PowerApps

Le Model-driven apps sono strutturate sui Common Data Services utilizzati per aiutarvi a creare velocemente form, ruoli di business e processi.
Sono pensate per app più pesanti da essere utilizzate intensamente (diverse ore alla volta).

Prime scelte con PowerApps

Infine, vi è anche un terzo tipo di app (una versione specifica delle canvas app): le SharePoint list customized forms.
Partendo da una lista SharePoint, potete utilizzare PowerApps per personalizzare lo standard SharePoint form. Per farlo, dovete cliccare sul menù “customize forms”. A questo punto, avrete accesso ad uno specifico componente del vostro PowerApps chiamato “SharePointIntegration”.
Questo comando è responsabile per la comunicazione di azioni degli utenti fra SharePoint e PowerApps. Aggiunge diverse proprietà quali “OnNew”, “OnSave” o “OnEdit” che vi forniscono le modalità per le app di rispondere quando un utente clicca sul pulsante NEW, seleziona un oggetto o clicca sul pulsante Edit all.

Prime scelte con PowerApps

Terza scelta: che tipo di storage?

Prime scelte con PowerApps

Come abbiamo detto all’inizio di questo post, la Power Platform in generale e PowerApps in particolare si rivolgono ad un mondo il cui il dato rappresenta il re ed il fondamento per qualsiasi processo di business. Quindi, scegliere la sorgente dati corretta ha una rilevanza molto importante sul processo di design di un’app.

Prime scelte con PowerApps

Tra le sorgenti dati più comuni, troviamo le liste SharePoint ed i fogli di calcolo Excel ma vi sono più di 200 connettori dati disponibili.
PowerApps condivide connettori con Flow e le Logic Apps. Uno dei principali punti di forza della piattaforma è di fornire connettori al mondo Microsoft: Office 365, Azure, SQL Server e verso data source esterni come Salesforce, Dropbox o Google Drive.

In PowerApps, un connettore può fornire tabelle di dati o azioni, o entrambi.
Qui sotto un esempio di come una sorgente dati ad una tabella “Lessons” possa essere utilizzata in PowerApps:

Prime scelte con PowerApps

Un’azione dovrà essere manualmente connessa ad un comando per essere eseguita:
Prime scelte con PowerApps

Prestate attenzione alla scelta della sorgente dati poichè avrà un impatto sulle licenze necessarie a creare ed eseguire la vostra app.
Se scegliete o avete bisogno di una sorgente Premium (Salesforce or Common Data Service), avrete bisogno di una licenza PowerApps P1 o P2.

Quarta scelta: i vostri dati sono online o on-premises?
Prime scelte con PowerApps

PowerApps è uno strumento “born in the Cloud” e si può connettere nativamente a sorgenti dati Cloud.
In ogni caso, si può connettere anche a data source on-premises. Perchè questo possa avvenire, dovete configurare un data gateway on-premises. Questo gateway è condiviso fra diverse app cloud: tutte quelle della Platform (Power BI, Flow, PowerApps), Azure Logic Apps e Azure Analysis Services.

Prime scelte con PowerApps

Le sorgenti dati supportati dal gateway sono:
– SharePoint
– SQL Server
– Oracle
– Informix
– DB2
– Filesystem

Attenzione: l’utilizzo delle sorgenti dati locali, impatterà sulle licenze necessarie a creare ed eseguire la vostra app. Se scegliete un data source locale, avrete bisogno di una licenza PowerApps P1 o P2.

Per informazioni relative al licensing:
Pricing PowerApps
Guida completa al licensing di Flow and PowerApps


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: First choices with PowerApps.

Forrester nomina PowerApps come leader nelle piattaforme di sviluppo low code

Siamo felicissimi di annunciarvi che Forrester ha riconosciuto PowerApps nel Forrester Wave: Low-Code Development Platforms For AD&D Professionals, Q1 2019 e attribuito il punteggio più alto alla strategia.
La domanda per le piattaforme low-code è in crescita: all’interno della survey di Forrester per i global developers, il 23% ha dichiarato di aver utilizzato piattaforme low-code nel 2018 ed un altro 22% ha in previsione di farlo entro un anno di tempo.

Microsoft PowerApps è una piattaforma low-code ad elevata produttività che permette a chiunque di costruire ricche applicazioni, siano essere web o mobile.
La piattaforma potenzia le possibilità date agli sviluppatori, attraverso funzionalità low-code, mentre include funzionalità sofisticate di sviluppo applicazioni per aumentare la produttività dei professionisti sviluppatori e ridurre le strozzature per i dipartimenti IT.

Le grandi aziende con diverse necessità di sviluppo app stanno introducendo PowerApps per deployment complessi e su larga scala. La sicurezza di livello enterprise e la governance integrata, proprietà intrinseche di PowerApps, permettono una rapida e virale adozione dello strumento senza compromettere compliance o sicurezza. Sviluppatori e utenti business sono potenziati con funzionalità di sviluppo low-code, mentre l’IT può controllare ed estendere le applicazioni in modo semplificato.

C’è una richiesta crescente di piattaforme ad alta produttività e di tipo low-code che possano accelerare lo sviluppo delle app sia per gli sviluppatori che per i professionisti.
Questa domanda è guidata dalla necessità di una collaborazione più stretta tra team IT e business assieme al bisogno di semplificare i team di sviluppo aziendale in un mercato sempre più competitivo.

PowerApps possiede caratteristiche chiave che lo distinguono dagli altri strumenti presenti sul mercato
Vediamole assieme:
Costruisce e distribuisce applicazioni per web e mobile senza codice. Include il controllo ad alta risoluzione su una UX fantastica ed una potente integrazione di forme e processi;
Common Data Service – è una piattaforma di dati di livello enterprise costruita all’interno di PowerApps che include logiche di business ricche, modelli di sicurezza ed estensioni per sviluppatori;
Connette senza interruzioni più di 220 sorgenti dati tra Microsoft e prodotti di terze parti;
Personalizza ed estende Office 365 e Dynamics 365, fornendo una singola piattaforma per le app di business, produttività e quelle standalone;
Servizi cloud di Azure per scalare da applicazioni di business di produttività individuale a quelle di livello enterprise;
Permette lo sviluppo su larga scala senza sacrificare qualità, sicurezza o controllo facendo leva su funzionalità di tipo enterprise e governance.

La community che raggruppa gli utenti di PowerApps dà valore alla piattaforma poichè crea agili ed efficaci app per le sue specifiche esigenze di business.
Le aziende apprezzano PowerApps per la sua disponibilità e sicurezza enterprise, per l’integrazione con Azure e la sua estensibilità.

Qui sotto alcune testimonianze direttamente dai clienti:

Virgin Atlantic sta utilizzando PowerApps, Power BI e Flow per ridurre il tempo dedicato allo sviluppo delle app e trasformare la sua compliance di tipo ingegneristico ottimizzando il processo di analisi dei task ed assegnandoli ai manager in maniera rapida.

Forrester nomina PowerApps come leader nelle piattaforme di sviluppo low code

G&J Pepsi-Cola utilizza PowerApps, Power BI e Flow per costruire app mobili per l’auditing di negozi e merchandiser.

Forrester nomina PowerApps come leader nelle piattaforme di sviluppo low code

American Red Cross utilizza PowerApps per trasformare il processo utilizzato dai loro istruttori per ordinare materiale per le loro training class.

Forrester nomina PowerApps come leader nelle piattaforme di sviluppo low code

– La French national railway (SNCF) utilizza PowerApps, Power BI e Flow per ridurre il numero di errori durante i controlli sui carrelli e per trasformare il modo in cui i 165.000 dipendenti lavorano.

Forrester nomina PowerApps come leader nelle piattaforme di sviluppo low code

Ci sono moltissime novità in arrivo su PowerApps.
Per uno sguardo più approfondito sulla Power Platform, potete leggere il blog di James Phillips, Corporate Vice President del Business Applications Group:
The Microsoft Power Platform.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo Forrester names Microsoft PowerApps a leader in low-code development platforms.