Category Archives: Windows 10

Mirroring degli smartphone Android per Windows 10 19H1 build 18356

Ottime notizie per gli Insider del Fast Ring: Windows 10 19H1 si aggiorna ancora!
Stiamo parlando della nuova build 18356 che, come di consueto per questa questa fase di sviluppo dell’aggiornamento, include un numero limitato di bug fix.
Nonostante ciò, al suo interno troviamo un’interessantissima novità che entra a far parte dell’app Your Phone: si tratta del mirroring dello schermo del proprio smartphone Android sul desktop di Windows per poterlo controllare da remoto.

Mirroring degli smartphone Android per Windows 10 19H1 build 18356

Microsoft ha dichiarato la distribuzione graduale della nuova funzionalità a tutti gli Insider con build di windows appartenenti al ramo di sviluppo 19H1.
Perchè funzioni tutto correttamente, l’app Your Phone dev’essere aggiornata almeno alla versione 1.0.20701.0.

In questa prima fase, sono pochi i dispositivi compatibili.
Tra questi, gli smartphone Samsung Galaxy S8, S8 Plus, S9 e S9 Plus ed il Surface Go.

Obiettivo di Microsoft è comunque quello di estendere la compatibilità ad un numero sempre maggiore di computer e smartphone.
Requisiti imprescindibili, al momento, sono i sistemi operativi richiesti: Windows 10 1803 e Android 7.0 Nougat.

Qui sotto alcune problematiche note della versione:
– Impossibilità di controllare lo smartphone con il touch;
– Il display always-on non viene mostrato;
– Le preferenze sul filtro della luce blu non vengono applicate allo schermo del telefono mostrato sul PC;
– L’audio viene riprodotto solo dagli speaker del telefono e non dal PC;
– Un doppio click potrebbe mostrare il centro notifiche;
– Alcuni giochi e app, come Pokémon Go e Feedly, non supportano l’interazione del mouse;
– Se scegliete di nascondere la tastiera virtuale quando c’è una tastiera fisica, la tastiera virtuale scomparirà ogni volta che lo smartphone si trova a portata Bluetooth del PC a prescindere dall’app Your Phone.


Le informazioni presenti in questo post, sono tratte dall’articolo: Windows 10 19H1 build 18356.

Accedere ai file Linux da Windows? Dal prossimo aggiornamento di Windows 10 si può!

Accedere ai file Linux da Windows? Dal prossimo aggiornamento di Windows 10 si può!

Il prossimo aggiornamento, datato Aprile, porterà in Windows 10 una serie di importanti news anche per gli utenti di Linux.
Le novità, per ora, sono presenti esclusivamente nella versione build 20H1 destinata ai Windows Insider del canale Skip Ahead ma ben presto entreranno a far parte anche della build 19H1 destinata agli Insider del Fast ring.

Microsoft ha poi annunciato nuove funzionalità per il Windows Subsystem for Linux (WSL).
Per quelli di voi che non la conoscono, la soluzione consente di avviare una distribuzione Linux dal Sistema Operativo Microsoft senza dover ricorrere alla virtualizzazione o ad altri sistemi.
La novità più interessante è sicuramente quella che vi permette di accedere ai vostri file Linux da Windows.

Accedere ai file Linux da Windows? Dal prossimo aggiornamento di Windows 10 si può!

All’interno della distribuzione Linux, digitate explorer.exe ed avrete accesso alla finestra di Esplora file interna alla distro.
In seguito, dovreste essere in grado di effettuare le stesse operazioni che fate normalmente con i file in Esplora File (copia, incolla, rinomina, sposta, ecc.).

Microsoft, all’interno del suo articolo What’s new for WSL in Windows 10 version 1903 ha rivelato che il team sta lavorando per poter distribuire un’esperienza sempre migliore e che potrebbero verificarsi dei malfunzionamenti nelle build di prova. Ovviamente, sarà sempre possibile utilizzare la linea di comando: una volta trovato il percorso file della vostra distro (\\wsl$\distro name\), potrete accedere ai file tramite PowerShell o altri strumenti da linea di comando.

Microsoft ha apportato anche alcuni miglioramenti alla linea di comando, permettendo l’avvio di comandi quali l’esecuzione per utenti specifici, l’esportazione/esportazione di differenti distro e le distribuzioni in funzione.
Qui sotto alcuni nuovi comandi:

  • –user, -u
    Run as the specified user
  • export
    Exports the distribution to a tar file.
    The filename can be – for standard output.
  • –import
    Imports the specified tar file as a new distribution.
    The filename can be – for standard input.
  • –terminate, -t
    Terminates the distribution.

Microsoft cambia i Windows Update per i clienti Business

Microsoft cambia i Windows Update per i clienti Business

Microsoft è pronta a rimuovere il canale Semi-Annual Channel (Targeted) dalla versione 1903 di Windows 10 per semplificare la vita degli amministratori IT. L’ha annunciato la scorsa settimana, all’interno della Tech Community.
Il canale comunicava alle aziende che il nuovo aggiornamento era pronto per la distribuzione su scala globale.

Questo significa che, a partire da questa versione di Windows 10 (prossimo aggiornamento), la pagina Windows 10 release information, non elencherà più le informazioni SAC-T per la versione 1903 e per gli update futuri. Troverete una singola voce.
Inoltre, se utilizzate Windows Update for Business, vedrete una nuova interfaccia utente che riporterà un’unica data di rilascio per ogni versione di SAC.
Se poi fate uso anche di System Center Configuration Manager, Windows Server Update Services (WSUS) o di altri strumenti di gestione, sappiate che d’ora in poi verrà rilasciato un solo aggiornamento delle funzionalità: al momento del rilascio.

Facciamo un passo indietro.

I clienti business, fino a questo release, dovevano scegliere due opzioni per definire il rilascio degli aggiornamenti e di conseguenza l’installazione degli stessi sui loro dispositivi:

1. Impostare un periodo di rinvio per gli update;
2. Scegliere tra Canale Semestrale e Canale Semestrale (Mirato).

Qual è la differenza tra i due Canali?
– I sistemi impostati su Canale Semestrale, ricevevano gli aggiornamenti delle funzionalità alcuni mesi dopo la general availability.
Solitamente si trattava di un periodo di 2 mesi, considerato da Microsoft quello corretto per preparare il sistema ad una distribuzione in azienda su scala globale.

– L’opzione Semestrale (Mirata), invece, è identica a quella dei clienti finali.
È l’unica opzione che hanno a disposizione i clienti consumer: i due update di Windows 10 vengono rilasciati tramite Windows Update ai dispositivi degli utenti nel corso dell’anno (solitamente a Marzo e Settembre).

Come indicato al punto 1, le aziende avevano anche l’opportunità di differire/rinviare il momento in cui i feature update divenissero disponibili passando al Semi-Annual Channel. Quello che faceva il canale era di ritardare la disponibilità dell’aggiornamento di 4 mesi.
A partire dalla versione 1903 di Windows 10, i clienti business non potranno passare all’opzione Semi-Annual Channel ma avranno sempre la possibilità di ritardare gli update. Maggiori informazioni a questo articolo: Ritardare gli aggiornamenti per Windows 10.

L’immagine seguente rappresenta il pannello delle impostazioni di Windows 10 versione 1809.

Microsoft cambia i Windows Update per i clienti Business

Qui sotto, invece, come figurerà il pannello a seguito del rilascio della versione 1903.

Microsoft cambia i Windows Update per le opzioni Business

Se aprite le Opzioni Avanzate di una versione business di Windows 10 versione 1903 o successive, noterete che l’opzione di switch ai Canali è stata rimossa.

A prima vista potrebbe sembrare una mossa atta a dare ai clienti business minor possibilità di scelta. In realtà, obiettivo di Microsoft è esattamente l’opposto: semplificare la vita degli amministratori IT. Punto fondamentale è che gli amministratori siano a conoscenza dei cambiamenti e possano agire di conseguenza per regolare il periodo di rinvio.

John Wilcox, autore dell’articolo sulla Tech Community, sottolinea il fatto che non ci sia mai stato un rilascio Semi-Annual Channel dedicato ma semplicemente una tappa intermedia rispetto ai rilasci del Semi-Annual Channel (Targeted).

Quello che gli amministratori devono fare con Windows 10 versione 1903 è regolare il periodo di rinvio in maniera conforme da aggiungere il periodo di ritardo della ex opzione Semi-Annual Channel. Provate ad aggiungere 120 giorni al periodo di rinvio una volta che la versione 1903 di Windows 10 è installata sui vostri dispositivi.

I device configurati con la branch readiness del Semi-Annual Channel riceveranno l’upgrade alla versione 1903 di Windows con un ritardo di 60 giorni secondo quanto stabilito da Microsoft(valido solo per il rilascio). Il cambiamento sarà di tipo server-side e sarà attivo solo per quel particolare release: non saranno influenzati altri rilasci dopo successivi a Windows 10 version 1903.

Per Concludere
La rimozione del Canale Semestrale, potrebbe avere una conseguenza sui dispositivi dopo il rilascio di Windows 10 versione 1903 ma solo e soltanto se gli amministratori non modificano il periodo di rinvio.
Le conseguenze potrebbero essere degli aggiornamenti di funzionalità distribuiti in anticipo rispetto a quanto previsto ai dispositivi Windows for Business.
La speranza di tutti è che il cambiamento porti ad un miglioramento della qualità dei release.

Voi cosa farete? Ritarderete o bloccherete Windows Updates?

Microsoft accoglie Android come versione mobile di Windows

Android diventa la scelta più ovvia per gli utenti Windows.

Microsoft accoglie Android come versione mobile di Windows

Microsoft, durante una conferenza stampa a New York tenutasi ad inizio mese, ha presentato una serie di Surface.
Mentre il design dei surface, le cuffie con Cortana e il nuovo Surface Studio sono stati il focus per quando riguarda l’hardware, altri importanti cambiamenti sono stati rivelati in merito al sistema operativo Windows.
Siete curiosi? Windows 10 presto accoglierà completamente Android per far sì che le app mobili vengano trasferite sui PC.

Come? Si chiama Android app mirroring e sarà una componente della nuova Your Phone App di Microsoft per Windows 10.
L’app ha debutatto nelle scorse settimane quale componente dell’Update di Windows 10 di Ottobre ma, per la componente di mirroring, dovrete attendere fino al prossimo anno. Microsoft ha dato però una breve dimostrazione di quale sarà il funzionamento: sostanzialmente sarete in grado di riflettere lo schermo del vostro telefono proprio all’interno di Windows 10 attraverso la app Your Phone che avrà una lista delle vostre app Android. Con un semplice tocco, potrete accedere alle app e farle comparire nella sessione remota del vostro telefono.

Microsoft accoglie Android come versione mobile di Windows

Negli ultimi anni, abbiamo visto una varietà di possibilità attraverso cui trasportare le app Android su Windows, inclusi Bluestacks e il software di Dell Mobile Connect. L’app mirroring è sicuramente più semplice da utilizzare con Android poichè è meno restrittiva di iOS.
Il fatto che Microsoft abbia accolto Android su Windows 10 è solo l’ultimo dei tanti passi che ha compiuto recentemente per far sì che Android diventasse l’equivalente mobile di Windows.

Il Microsoft Launcher è progettato per rimpiazzare l’esperienza di default Google per i telefoni Android e porta gli stessi servizi di Microsoft e la connettività di Office nella schermata home del vostro telefono. È un launcher che Microsoft aggiorna continuamente e che riceve anche il supporto per la funzionalità di Windows 10 Timeline che vi permette di riprendere app e siti da diversi dispositivi.

Microsoft, con questa nuova attitudine sostanzialmente accetta in toto il mancato successo dei Windows Phone rendendosi conto del fatto che gli utenti non abbiano obbligatoriamente bisogno di avere un sistema operativo Windows sul loro telefono.
E, al contempo, accoglie Android quale versione mobile di Windows.

Microsoft accoglie Android come versione mobile di Windows

La migliore esperienza mobile di Microsoft ha quindi debuttato su Android nelle scorse settimane: se siete un utente Windows, il sistema operativo Google dev’essere stato da sempre il completamento naturale per il tuo telefono. Visto che Microsoft non può replicare molte delle funzionalità del vostro telefono su iPhone, Android ora diventa l’unica scelta possibile se volete una stretta connessione tra mobile e PC Windows.

Siamo solo alle fase embrionale della nuova strategia mobile di Microsoft: quella di rendere la migliore connessione tra iOS e Android verso Windows ma è chiaro che il colosso non si tirerà indietro nel verificare che le funzionalità siano disponibili anche su iPhone. Portando le app di Android sui PC Windows 10 attraverso una finestra remota sul vostro telefono, gli utenti Windows 10 restano focalizzati sull’utilizzo dei loro PC.

Tutto questo fa parte della missione di Microsoft verso una maggiore produttività e un nuovo focus sulla figura dei prosumers che utilizzano Windows sia sul lavoro che a casa.
É assolutamente positivo che Microsoft voglia abbracciare un sistema operativo avversario per fornire una funzionalità mobile mai vista prima su Apple o Google a meno che non si compri un MacBook o un Chromebook.

Benvenuto Windows Admin Center!

Il Windows Admin Center è un’app implementata localmente e basata sul browser dedita alla gestione di server, cluster, infrastrutture hyper-convergenti e PC Windows 10.
Puoi sfruttarla senza costi aggiuntivi: vediamo come.

Effettua il download ora!

Windows Admin Center Preview (versione 1807)
Include gli ultimissimi aggiornamenti delle feature.
Puoi averla grazie alla Preview di Windows Server Insider >> Additional Downloads.

Windows Admin Center (versione 1804.25)
Versione ampiamente validata e in general availability.
Puoi scaricarla a questo link.

Come sapere qual è la versione giusta per te? Ti consigliamo il seguente articolo:
What is Windows Admin Center Preview, which version is right for me?

Qui sotto qualche altra risorsa utile:
Documentazione
Feedback utenti
Ultime funzionalità
Per gli sviluppatori

Semplice e leggero
Gli strumenti familiari sono ulteriormente snelliti per rendere i management task un gioco da ragazzi.
Installa e gestisci i server nel tuoi ambiente in meno di 5 minuti senza che sia necessario alcun processo di configurazione finale.

Creato per il futuro
L’integrazione con i servizi di Azure ti aiuta a fare leva sulla potenza del mondo ibrido.
Gestisci i cluster Hyper-convergenti con strumenti potentissimi ma di semplice utilizzo.

Gestione sicura
Mantieni il controllo su chi può gestire i server ed ottieni visibilità sulle azioni eseguite dagli amministratori all’interno del tuo ambiente.

Scopri come Windows Admin Center può migliorare la gestione dell’ambiente in cui sono presenti i tuoi server, leggendo il seguente articolo: Windows Admin Center

Feedback
“Windows Admin Center ha ridotto di oltre il 75% il tempo impiegato nella gestione del sistema di management”
– Rand Morimoto, Presidente, Convergent Computing

“Grazie a Windows Admin Center, possiamo ora gestire i nostri clienti in remoto dal portale HTML5 e, in maniera totalmente integrata con Azure Active Directory, siamo in grado di aumentare la sicurezza grazie alla Multi-Factor Authentication.”
– Silvio Di Benedetto, Founder and Senior Consultant, Inside Technologies

“Siamo stati in grado di implementare gli SKU [Server Core] in maniera più efficace, migliorando l’efficienza delle risorse, la sicurezza e l’automazione mentre continuiamo a garantire un buon grado di produttività e riduciamo gli errori che possono accadere quando si fa affidamento soltanto sullo scripting.”
– Guglielmo Mengora, Founder and CEO, VaiSulWeb

“Grazie a Windows Admin Center, i clienti, in particolar modo quelli facendi parte del mercato SMB, hanno ora uno strumento semplice per gestire la loro infrastruttura interna. Questo riduce gli sforzi amministrativi e fa risparmiare un bel po’ di tempo. Ma la cosa migliore è che non è necessario possedere licenze aggiuntive!”
– Helmut Otto, Managing Director, SecureGUARD

Prodotti correlati
Windows Admin Center è progettato per gestire un singolo server o cluster.
È un servizio complementare che non può sostituire le soluzioni Microsoft di Monitoring e management quali Remote Server Administration Tools (RSAT), System Center, Intune, o Azure Stack.

Scopri a questo link come Windows Admin Center completa le soluzioni di gestione di Microsoft: Windows Admin Center and related management solutions from Microsoft.