Disponibile in preview Azure Maps Creator

Il giorno 01/06/2020 Microsoft ha lanciato in anteprima Azure Maps Creator, strumento che estende la localizzazione agli spazi interni.

Creator include una nuova serie di funzionalità che consentono all’impresa di creare e utilizzare in modo sicuro mappe interne che cambiano dinamicamente al verificarsi di nuovi eventi. I dati non vengono utilizzati per migliorare Azure Maps, gli utenti ne sono i proprietari e sono in pieno controllo del contenuto creato. Possono anche definire le modalità per rendere sicuro l’accesso agli spazi utilizzando le opzioni di autenticazione e autorizzazione di Azure Maps.
Potrai quindi sviluppare soluzioni per il pubblico o per utenti autenticati selezionati per qualsiasi spazio interno, siano uffici, negozi, fabbriche o ospedali.

Azure Maps fornisce SDK per creare facilmente applicazioni Web e mobile con servizi di localizzazione, e Creator è completamente integrato con le feature già esistenti. Usando le medesime competenze e gli stessi strumenti di sviluppo, le soluzioni possono combinare mappe e analisi interne con i servizi di Azure Maps anche all’aperto, per monitorare strade, traffico, mobilità, condizioni meteorologiche e altro ancora.

Creare mappe indoor
Facciamo un esempio pratico.
Durante le fasi di costruzione o ristrutturazione, i lavori di architettura e ingegneria includono planimetrie create con strumenti di computer grafica che permetto di elaborare un disegno tecnico (CAD): puoi sfruttare questi dati già esistenti per la creazione delle mappe.
Creator offre un servizio di conversione che ti consente di caricare le planimetrie basate su CAD e convertirle in dati cartografici che possono poi essere ulteriormente arricchiti. Ad esempio, puoi creare spazi logici che rappresentano aree coperte da telecamere o da segnale Wi-Fi ed aggiungere le posizioni delle apparecchiature per aiutare a trovare stampanti ed estintori. Puoi creare mappe con più edifici, come campus aziendali e ospedali, metterli in relazione tra loro utilizzando il contesto geografico e aggiungere facilmente funzioni come il routing da un edificio all’altro.

Uno dei partner che offre tecnologia complementare per semplificare la raccolta e l’elaborazione di dati utili nelle mappe interne, e adotta in anticipo la capacità di Creator, è Archidata.
Archidata ha sviluppato la possibilità di convertire i piani architettonici, soddisfando i requisiti del pacchetto Azure Maps Drawing, da qualsiasi formato di documento, inclusi disegni AutoCAD, PDF, piani cartacei scannerizzati o modelli Revit.

Mappe indoor
Le indoor maps possono essere utilizzate in una moltitudine di scenari sfruttando l’IoT e l’analisi della posizione. Azure Maps SDK è arricchito con un modulo interno che permette alle applicazioni che forniscono esperienze indoor di essere facilmente estese con le numerose funzionalità avanzate offerte dall’SDK.

Le mappe interne possono essere utilizzate per individuare negozi e gates negli aeroporti, allarmi nelle linee di produzione in fabbrica, prenotare sale riunioni, mostrare tendenze e condizioni di utilizzo dello spazio. La visualizzazione viene fornita dal servizio Azure Maps Render che utilizza tilesets vettoriali ottimizzati.
Ecco un esempio: se stai utilizzando Azure Digital Twins per monitorare la temperatura o il conteggio delle persone per le diverse aree fornite dai dispositivi IoT, puoi utilizzare il servizio Feature State per visualizzare le ultime misurazioni e fornire uno stile dinamico alle mappe nelle tue applicazioni.

Se utilizzi i Web Feature Service (WFS), grazie ai dati della mappa interna, potrai eseguire query spaziali e trovare, ad esempio, sale e attrezzature in base a una determinata area di interesse o altri criteri. Le informazioni recuperate potranno essere utilizzate per visualizzare luoghi di interesse ma anche per analisi ed integrazioni con altri sistemi: ad esempio, potrai accedere e usare i dati spaziali della indoor map in altre funzioni, come l’API Geofence di Azure Maps.

La sfida maggiore è stata quella con i dispositivi: la gran parte di essi, infatti, non è sensibile alla posizione all’interno di un edificio, poiché i segnali GPS sono oscurati. Per risolvere questo problema, la prossima versione di Windows includerà una nuova soluzione di localizzazione interna, basata su Wi-Fi, integrata nell’API di geolocalizzazione. Avrai anche la possibilità di creare soluzioni multipiattaforma con realtà mista grazie a Azure Spatial Anchors, accessibile su dispositivi HoloLens, iOS e Android. Le applicazioni di tracciamento delle posizioni in interni possono sfruttare Azure Maps e fornire ulteriori approfondimenti alle applicazioni di realtà mista (ad esempio proprietà e dispositivi delle stanze nelle immediate vicinanze) nonché avviare processi automatizzati creati usando il servizio spaziale di Maps. Quest’ultimo aiuta anche ad estendere le esperienze degli utenti oltre l’interno, sfruttando gli stessi eventi IoT e i servizi sottostanti per fornire analisi spaziali.

SIRL, piattaforma innovativa di GPS e analisi per interni, individua e comunica con i dispositivi mobili usati dai visitatori o dal personale, usando una mappatura dettagliata degli oggetti interni fornita da Azure Maps Creator, con precisione fino a 30 cm.

Willow è una società tecnologica che crea “gemelli digitali” di beni reali, sia edifici che infrastrutture. Willow’s Digital Twin combina set di dati, tra cui dati geospaziali, dati delle risorse, dati di manutenzione e dati degli occupanti in una replica virtuale del modulo creato, che viene quindi sovrapposta con le informazioni in tempo reale. Willow sfrutterà Azure Maps per fornire agli utenti un’accurata mappa delle loro risorse e tutte le informazioni geografiche.
Integrando Azure Maps in Willow, possiamo fornire approfondimenti contestuali a proprietari e operatori”, ha affermato Dale Brett, cofondatore e Chief Product Officer di Willow. “Azure Maps ci sta aiutando a portare il contesto spaziale nell’IoT.”

Audax Labs sta attualmente lavorando con il team di Azure Maps per sviluppare soluzioni per la retail industry dei parcheggi. Hanno ideato un prototipo per ottimizzare il processo utilizzando Creator: i clienti possono trovare e prenotare un posto al parcheggio, tenendo conto dell’orario di arrivo previsto.

Approfondimenti
Per approfondire l’argomento e avere altre informazioni su Azure Maps Creator consulta i seguenti link:
https://azure.microsoft.com/en-us/services/azure-maps/
https://docs.microsoft.com/it-it/azure/azure-maps/tutorial-creator-indoor-maps
https://azure.microsoft.com/en-us/resources/creating-intelligent-spaces/

Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: https://azure.microsoft.com/en-us/blog/azure-maps-creator-now-available-in-preview/