Microsoft offrirà Windows 7 Extended Security Updates alle piccole e medie imprese

Le PMI potranno acquistare un supporto di sicurezza continuato oltre la scadenza di gennaio 2020 per Windows 7.

Microsoft offrirà Windows7 Extended Security Updates alle piccole e medie imprese

Le piccole e medie imprese non verranno automaticamente tagliate fuori dagli aggiornamenti di sicurezza di Windows 7 a condizione che siano disposte a pagare l’estensione dell’aggiornamento.

La data di fine supporto per Windows 7 è prevista per il 4 gennaio 2020, ma Microsoft è conscia del fatto che “ogni azienda si trovi ad un diverso punto del processo di aggiornamento”, scrive Jared Spataro, vicepresidente aziendale per Microsoft 365.

Questioni come la compatibilità delle app ha portato molte aziende a prolungare l’uso di Windows 7 nonostante l’imminente fine del supporto per il sistema operativo.
Ora, Microsoft ha annunciato che consentirà alle aziende di ogni grandezza di acquistare Windows Extended Security Updates (ESU) fino a gennaio 2023.
L’opzione per l’estensione degli aggiornamenti di sicurezza di Windows 7, era in precedenza disponibile solo per i clienti con Windows 7 Professional e Windows 7 Enterprise acquistati in Volume Licensing.
Spataro ha annunciato che Windows 7 ESU sarà venduto a piccole e medie imprese su una base per-device “con un prezzo in aumento di anno in anno”.
Le piccole e medie imprese potranno acquistare Windows 7 Extended Security Updates a partire dal 1° dicembre, attraverso i partner del programma Cloud Solution Provider (CSP).

Offrire l’ESU attraverso i programmi CSP ha senso” riferisce Ric Opal, capo alla Oak Brook.
Guida le piccole e medie imprese attraverso il programma che Microsoft ha creato per aiutare questo segmento di mercato”.
Opal ha dichiarato che la sensazione è che molte piccole e medie imprese abbiano specifiche applicazioni che sono di fondamentale importanza per il loro business. E “poiché gli ISV di queste applicazioni hanno ammodernato le loro piattaforme, è importante che Microsoft offra un ponte di passaggio a quei clienti che stanno completando la transizione a Windows 10”, aggiunge.
I partner CSP, nel frattempo, “verranno a conoscenza di offerte aggiuntive per le piccole e medie imprese che aiuteranno a soddisfare le esigenze di sicurezza e conformità future. Se gli ISV non riusciranno ad ammodernare le loro applicazioni, il programma CSP sarà il miglior veicolo di piccole e medie imprese per trovare soluzioni alternative”, ha riferito Opal. “La considero una mossa vincente per le SMB ed una vittoria anche per il canale CSP”.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dall’articolo: Microsoft To Offer Windows 7 Extended Security Updates To SMBs.