Nuovi benefici di alta affidabilità e disaster recovery per SQL Server

La continuità di business è un requisito chiave per la pianificazione, la progettazione e l’implementazione di qualsiasi sistema business-critical. Quando poi, all’interno del discorso, inseriamo i dati, dare continuità al business diventa obbligatorio.

SQL Server offre prestazioni intelligenti, disponibilità e sicurezza a Windows, Linux e container e può affrontare qualsiasi carico di lavoro, dalla BI all’AI, dall’elaborazione delle transazioni online (OLTP) al data warehousing. Con SQL, ottenete funzionalità ad alta affidabilità e disaster recovery che vi permettono di implementare varie topologie per soddisfare gli SLA aziendali.

I clienti che hanno, nel corso del tempo, acquistato licenze SQL Server con Software Assurance hanno storicamente beneficiato di un’istanza passiva gratuita di SQL Server per le loro configurazioni ad alta affidabilità. Questo ha permesso loro di ridurre il costo totale di proprietà (TCO) delle applicazioni che utilizzavano SQL Server.

Oggi, Microsoft sta migliorando i benefici derivanti dall’acquisto di Software Assurance per SQL Server. L’obiettivo è quello di aiutare ulteriormente i clienti ad implementare un piano olistico di continuità aziendale con SQL Server.

A partire dal 1° novembre, ogni azienda che ha acquistato le SA di SQL Server può sfruttare tre vantaggi avanzati per qualsiasi release di SQL Server ancora supportata da Microsoft:

1. Failover server ad alta affidabilità – permette ai clienti di installare ed eseguire istanze passive di SQL Server in un ambiente con sistema operativo separato (OSE) o server ad alta affidabilità on-premise in previsione di un evento di failover.
2. Failover server per il disaster recovery (NOVITÀ) – consente ai clienti di installare ed eseguire istanze passive di SQL Server in un OSE separato o server on-premise per il disaster recovery in previsione di un evento di failover.
3. Failover server per il disaster recovery in Azure (NOVITÀ) – permette ai clienti di installare ed eseguire istanze passive di SQL Server in un OSE separato o server per il disaster recovery in Azure in previsione di un evento di failover.

Nuovi benefici di alta affidabilità e disaster recovery per SQL Server

Grazie a questi nuovi benefit, i clienti con Software Assurance saranno in grado di implementare piani ibridi di disaster recovery con SQL Server utilizzando le funzionalità Microsoft, quali Always On Availability Groups, senza incorrere in costi di licenza aggiuntivi per le repliche passive.

Nell’immagine sottostante, il setup sfrutta SQL Server in esecuzione su una Azure Virtual Machine che utilizza 12 core come replica di disaster recovery per la distribuzione di un SQL Server on-premise che utilizza 12 core. In passato, era necessario acquistare una licenza 12 core di SQL Server per il deployment on-prem e di Azure Virtual Machine.
Il nuovo servizio offre benefit di replica passiva essendo in esecuzione su una Azure Virtual Machine. Ora, un cliente deve semplicemente acquistare una licenza 12 core di SQL Server in esecuzione on-premise finchè soddisfa i criteri di disaster recovery per la replica passiva su Azure Virtual Machine.

Nuovi benefici di alta affidabilità e disaster recovery per SQL Server

Nell’immagine seguente, la replica primaria o attiva utilizza 12 core che ospitano due macchine virtuali. La topologia ha due repliche secondarie: una replica sincronizzata per l’alta affidabilità a supporto dei failover automatici e una replica asincrona per il disaster recovery senza failover automatico. Con l’annuncio dei nuovi vantaggi, il numero di licenze core SQL Server necessarie per operare con questa topologia sarebbe di soli 12 rispetto ai 24 del passato.

Nuovi benefici di alta affidabilità e disaster recovery per SQL Server

SQL Server 2019 fornisce una serie di miglioramenti in termini di availability, performance e sicurezza, oltre a nuove funzionalità come l’integrazione di HDFS e Apache Spark con il motore di database SQL Server.

I benefit che abbiamo nominato relativi all’alta affidabilità e al disaster recovery, saranno applicabili a tutte le versioni di SQL Server.

Oltre a questi, anche le seguenti operazioni sono permesse sulle repliche passive:
– Database consistency checks
– Log backups
– Full backups
– Monitoring resource usage data

I benefit aggiornati saranno disponibili nel prossimo aggiornamento dei Microsoft Licensing Terms.


Le informazioni presenti in questo post, sono prese dal seguente articolo: New high availability and disaster recovery benefits for SQL Server.