Office ProPlus in ambienti RDS

Office ProPlus in ambienti RDS (Remote Desktop Services): è un argomento che ha provocato non pochi mal di testa a professionisti IT ed utenti.
Una volta completato il deployment, gli amministratori ricevono spesso telefonate disperate dagli utenti finali che lamentano di dover attivare l’Office continuamente.
Ed è proprio questo il problema che vogliamo risolvere in questo post.

– In un ambiente classico, quando gli utenti avviano Office ProPlus per la prima volta, lo devono attivare. Una volta fatto, il prodotto è licenziato e dovrebbe apparirvi nel portale Office 365. In questo caso, il token della licenza viene archiviato nel profilo dell’utente ed è valido per 30 giorni. Se il PC ha accesso ad internet, allora il token verrà automaticamente rinnovato una volta che si avvicina la data di scadenza.

– Non possiamo, invece, attivare e licenziare Office in questo modo all’interno di un ambiente Remote Desktop. Ed il motivo principale è che l’utente finale esaurirà le installazioni disponibili.
Facciamo un esempio: in un’azienda di medie dimensioni c’è una farm RDS contenente 6 nodi.
Il lunedì, l’utente è re-indirizzato al Nodo 1, il martedì al Nodo 2 e così via. Se il sabato l’utente è re-indirizzato al Nodo 6, non avrà più alcuna installazione di Office disponibile. Questo perchè Office ProPlus dev’essere installato utilizzando un’attivazione shared computer.

In questo scenario, vi è un processo di attivazione totalmente differente.
Il token della licenza viene archiviato nella cartella: %localappdata%\Microsoft\Office\15.0\Licensing ed è valido solo per un paio di giorni.
Questo perchè, ogni volta che l’utente avvierà Office ProPlus, gli verrà chiesto di attivare nuovamente il software. E questo è proprio quello che gli utenti finali vogliono evitare di dover fare.

L’unico modo per evitare l’attivazione continua è implementare Active Directory Federation Services (AD FS). Questo è l’unica possibilità che gli amministratori hanno per abilitare l’autenticazione continua a Office 365 e, tutto questo, aiuta in un ambiente RDS. Non entreremo nel dettaglio del processo di implementazione di AD FS ma ci sono due importanti fattori da tenere in considerazione in questo scenario:

1. Il federation service FQDN (Fully Qualified Domain Name) dev’essere aggiunto all’area Intranet su Internet Explorer;
2. Dovreste abilitare l’accesso automatico alla Intranet.

Intranet Options per abilitare l'accesso automatico

Inoltre, quando implementate AD FD, non dimenticatevi che si tratta di un componente assolutamente fondamentale.

Oltre a quello appena illustrato, purtroppo, non vi sono altre soluzioni supportate per implementare l’attivazione senza interruzioni di Office ProPlus in ambienti RDS.