Report di Backup in Azure Backup con Log Analytics e PowerBI

Una nuova funzionalità arricchisce Recovery Services Vault: Backup Reports.

Nuovo Backup Reports nell'Azure Backup

La trovate in Impostazioni –> Monitoring and Reports –> Backup Reports.
Una volta entrati, vi si presenterà una configurazione a due fasi:

Configurazione di Backup Reports

1. Prima di tutto, dovrete configurare lo Storage Account in cui verranno conservati i dati dei report.

Potete configurare anche OMS Log Analytics come target dei dati:

configurazione e definizione di backup report

Come potete vedere, per il vostro Azure Backup avrete dati di report, di lavoro, eventi ed oggetti replicati.

Piccolo suggerimento: prima di passare allo step successivo è bene aspettare che appaiano i contenitori di insights-logs-azurebackupreport.

contenitori insights-logs-azurebackupreport

2. Dopo di che, registratevi su PowerBI e trovate Azure Backup Content Pack:

Azure Backup Content Pack

A questo punto fornite lo storage account che avete configurato nel primo step.

inserire nome storage account configurato in precedenza

E la chiave di accesso primaria per lo storage.

Inserite la chiave di accesso primaria per lo storage

Dopo esservi registrati, i dati cominceranno ad essere caricati.
Una volta che l’importazione è stata effettuata correttamente, vedrete i dati nella dashboard di Azure Backup.

Dati vengono caricati nella dashboard di Azure Backup

Nel caso preso ad esempio, non sono presenti molti dati ma è utile per capire quale tipo di dato apparirà nelle vostre dashboard.

E per quanto riguarda Log Analytics? Trovate i dati anche qui:

Dati di backup in Log Analytics

Nell’esempio raffigurato, il dato di Azure Backup finisce direttamente in AzureDiagnostics.
Una volta generato, questo dato sarà immediatamente trasferito sul vostro workspace.
In questo caso è stato attivato un backup su una Virtual Machine che non esiste e si è generato un Report event.

Al momento non vi sono soluzioni preimpostate per questo dato ma non è escluso che vengano implementate in futuro. Fino a quel momento potete sempre utilizzare il view designer e costruirvelo da soli.